depurarsi-in-modo-naturale

Cardioaspirina a cosa serve? Compresse e effetti collaterali

La cardioaspirina è un farmaco anticoagulante che viene solitamente associato alla categoria dei salvavita.

Proprio per questo motivo non si tratta di un farmaco comune che si può prendere alla leggera oppure utilizzato senza alcuna supervisione da parte di un medico.

cardioaspirina

cardioaspirina

La cardioaspirina infatti, proprio come la comune aspirina, ha un principio attivo ormai noto chiamato acido acetilsalicilico, ma la sua differente concentrazione ne modifica la destinazione finale.

Infatti l’acido acetilsalicilico presente nella cardioaspirina è di 100 mg a compressa, mentre nell’aspirina sono presenti 500mg.

Cardioaspirina: a cosa serve

La cardioaspirina sfrutta l’azione anticoagulante dell’acido acetilsalicilico e quindi si rivela un ottimo aiuto quando si rende necessario agire sul flusso sanguigno onde evitare la formazione di trombi o coaguli di sangue, in quanto va anche a contrastare l’aggregazione piastrinica.

Inoltre la cardioaspirina può essere utilizzata anche per minimizzazione dei pericoli cardiovascolari in pazienti ritenuti ad alto rischio.
Questa riduzione dei rischi può andare ad interessare i soggetti affetti da malattia ateromasica conclamata o sottoposti a trattamento di dialisi.

Infine può essere utilizzata in caso di approccio terapico chirurgico come nel caso di by-pass aorto-coronarici e non chirurgico come ad esempio nell’angioplastica coronarica percutanea transluminale e per il ripristino del normale afflusso sanguigno al cuore.

Cardioaspirina: gli effetti collaterali

La controindicazione principale è legata all’ipersensibilità all’acido acetilsalicilico o comunque ad altri componenti presenti nella cardioaspirina.

L’utilizzo rimane comunque sconsigliato a coloro che sono soggetti a patologie che favoriscono il sanguinamento come l’ulcera duodenale e non è adatto a coloro che sono tendenti all’asma derivata dall’uso di salicilati, per chi soffre di insufficienza cardiaca, renale ed epatica.

Parlando di veri e propri effetti collaterali, i più frequenti sono quelli gastrointestinali come nausea, vomito, possibile vomito di sangue e dispepsia.

Sempre legate all’apparato digerente possono manifestarsi anche dolori addominali, ulcera gastrica, ulcera duodenale o melena, ovvero presenza di sangue nelle feci o feci nere.

Possono inoltre manifestarsi fenomeni più o meno gravi che interessano il tratto gastrointestinale come le perforazioni, colite, ulcere che vanno ad interessare il colon, retto ileo e digiuno, ulcere esofagee, gastrite erosiva, esofagite ed infiammazione del primo tratto intestinale.

Le controindicazioni possono inoltre interessare anche il sangue in quanto possono verificarsi casi di anemia, epistassi o perdita di sangue dal naso, sanguinamento gengivale, emolisi o ipoprotrombinemia.

Anche l’apparato respiratorio non è esente in quanto potrebbero verificarsi episodi di dispnea anche grave, rinite, brancospasmo parossistico ed edema polmonare, senza contare le problematiche che possono intaccare l’orecchio ed il labirinto come vertigini, ronzio ed addirittura sordità.

Il sistema nervoso invece ha registrato effetti collaterali legati all’aumento della sudorazione, mal di testa e confusione per quanto riguarda i disturbi meno gravi, fino ad arrivare anche all’emorragia cerebrale.

Particolare attenzione è da prestare invece a fegato e reni, due organi di vitale importanza che possono essere colpiti da danno epatico, tossicità epatica ed aumento degli enzimi epatici per quanto riguarda il fegato, mentre parliamo di insufficienza renale e nefrite intestinale possono colpire i reni.

Infine ricordiamo che anche la pelle può essere colpita dagli effetti collaterali legati all’utilizzo della cardioaspirina: questi possono essere angioedema, eritema nodoso o multiforme, orticaria e dermatite fino ad arrivare a patologie nettamente più gravi quali ad esempio la sindrome di Stevens-Johnson e sindrome di Lyell, ovvero una sorta di necrosi epidermica, entrambe potenzialmente letali.

-
loading...

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...