depurarsi-in-modo-naturale

Ginseng proprietà, benefici e Controindicazioni

Ginseng, cos’è?

Il ginseng è una pianta appartenente alla famiglia delle Araliaceae. E’ utilizzata da molti secoli come tonico e stimolante per l’organismo, soprattutto in Giappone e in Cina. Il ginseng è un vero e proprio rimedio naturale che si ricava dalle radici di queste piante. Il significato del nome lega due termini: uomo (gin) e radice (sen).

Nell’antichità rappresentava un rimedio potentissimo, tanto che il suo prezzo era vicino al prezzo dell’oro. Da sempre viene infatti utilizzato soprattutto contro l’invecchiamento e contro i disturbi gastro-intestinali.
Il ginseng è il prodotto erboristico più utilizzato al mondo, ovviamente ci sono diverse specie e quella più utilizzata e studiata è la
Panax ginseng. Le altre specie differiscono per composizione chimica, ma le proprietà terapeutiche sono simili a quelle della Panax.

ginseng

La radice del ginseng si può utilizzare fresca o essiccata.

Dove si trova il ginseng?

La preparazione del ginseng non può essere fatta a livello casalingo e si può trovare sotto forma di polvere o di capsule da inghiottire, sia in erboristeria che in farmacia (la dose massima consiglia per le capsule è di 200 mg al giorno).

La radice secca, che si può acquistare in erboristeria, può essere utilizzata per la preparazione di infusi, utilizzandone al massimo 1g al giorno. E’ molto utilizzato anche per aromatizzare prodotti alimentari come il caffè ginseng.

Per garantire le proprietà curative è importante che le radici raggiungano i 10/20 cm, e sono necessari almeno 6 mesi.

Proprietà del ginseng

Proprietà del ginseng

Proprietà del ginseng

Le tante virtù del ginseng si possono attribuire a diversi componenti che si trovano nelle sue radici. Il ginseng infatti contiene numerose sostanze chimiche bioattive. Numerosi studi in corso di svolgimento confermano che tra queste sostanze una in particolare sembra poter migliorare gli effetti dell’insulina. La radice di ginseng, infatti, pare sia un ottimo alleato contro il diabete, perché i panaxani sembrano poter diminuire la concentrazione di glucosio nel sangue.

Altri studi confermano che può essere utilizzato nel trattamento di ipotensione, stati di stress e affaticamento. Il ginseng ha anche proprietà antidepressive, antinfiammatorie, antiossidanti ma anche afrodisiache. E’ infatti da sempre considerato un afrodisiaco, soprattutto maschile. Alcuni effetti benefici, per ora, sono stati confermati solo sugli animali, ma si sta procedendo alla sperimentazione sull’uomo.
L’effetto afrodisiaco del ginseng sull’uomo sembra sia legato alla sua capacità di aumentare il rilascio di acido nitrico dalle cellule dei corpi cavernosi del pene.

Ha inoltre, un ottimo contenuto di vitamine e polisaccaridi (i panaxani). Da segnalare anche la presenza di saponine, chiamate ginsenosidi, considerate i principi attivi della droga.

Le sue proprietà più importanti sono quelle toniche e adattagone, il suo consumo migliora la capacità dell’organismo di adattarsi allo stress, rafforza il sistema immunitario e migliora le capacità fisiche e mentali. Molte ricerche hanno infatti evidenziato che il consumo di ginseng influenza l’asse ipotalamo-ipofisi (il rapporto tra ipotalamo e ipofisi è detto asse ipotalamoipofisario perchè collega il sistema nervoso al sistema endocrino), riuscendo ad aumentare il rilascio di ACTH, che è un ormone che stimola il surrene a liberare il cortisolo, meglio noto come “ormone dello stress”.

Il cortisolo migliora la risposta agli stress psicofisici e stimola la funzionalità del sistema nervoso centrale.
Il suo utilizzo è quindi consigliato nei periodi di convalescenza, oppure prima di una gara (quindi prima di uno sforzo fisico, anche se per ora non è stato confermato che riesca a migliorare la prestazione sportiva). La sua proprietà stimolante agisce su tutti i sistemi del nostro corpo.

Il ginseng stimola soprattutto il funzionamento delle ghiandole endocrine, quindi favorisce l’assorbimento delle vitamine e dei sali minerali.

Ha anche proprietà ipocolesterolemizzanti, contribuisce infatti a ridurre i grassi nel sangue migliorando la circolazione.

E’ ricco di antiossidanti, che riducono la formazione dei radicali liberi e prevengono l’invecchiamento delle cellule.

Lo scetticismo sulle proprietà del ginseng deriva dai grossi interessi economici che girano intorno a questa pianta, ma molte proprietà sono state confermate anche da studi svolti in Europa.

Controindicazioni del ginseng

Controindicazioni del ginseng

Controindicazioni del ginseng

Il ginseng, oltre ai numerosi benefici, ha anche delle controindicazioni se assunto in eccesso. Essendo uno stimolante troppo potente è sconsigliato assumere ginseng in orario serale, perché può provocare insonnia.

Se ne sconsiglia l’uso anche ai bambini, alle donne in gravidanza e durante l’allattamento.

Un abuso di ginseng può portare a tachicardia, tremori, irritabilità e insonnia. Frequenti sono anche diarrea e nausea. Questi effetti collaterali si verificano in casi di dosaggio molto elevato. Ovviamente l’assunzione di ginseng è controindicata in caso di ipertensione, ansia e tachicardia.

In caso di assunzione di farmaci è necessario il parere del medico prima di utilizzare il ginseng, perché sono state segnalate interazioni con anticoagulanti e anche con farmaci ipoglicemizzanti. Sono state verificate delle interazioni con la fenelzina (principio attivo di alcuni psicofarmaci), e con il warfarin (principio attivo di alcuni anticoagulanti).

Per concludere possiamo dire che va bene utilizzarlo ma con equilibrio e moderazione. La dose consigliata è 0,5-1g al giorno di radice, che può essere utilizzata sia per preparare degli infusi oppure può essere masticata. Effetti collaterali sono stati verificati con dosaggi molto elevati, da 30 a 75 volte superiori alle dosi consigliate (per intenderci dai 15g in su di radice al giorno).

Articolo scritto da Stefano, studente di biologia, autore del blog http://www.curarsicongusto.it/

loading...
the detox

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...