depurarsi-in-modo-naturale

Patch test per allergia al Nichel, cos’è, a cosa serve e dove si fa

Patch test

In questo articolo parleremo di patch test per allergia al nichel, ovvero un test diagnostico che ci aiuterà a scoprire se siamo o meno allergici al metallo. nello specifico il nichel.

Il nichel è un metallo presente in praticamente tutti gli alimenti e a causa di ciò sempre più persone risultano intolleranti a questo particolare metallo, per non parlare degli oggetti ed accessori con cui veniamo costantemente in contatto e che contengono nichel.

patch test

patch test

Ovviamente ci sono alcune avvisaglie, alcuni sintomi che possiamo percepire per capire se siamo allergici o intolleranti al nichel e questi sono principalmente:

Ovviamente però non basta osservare i sintomi per giungere ad una diagnosi.

In questo caso dunque, scende in campo il test diagnostico per inquadrare in maniera chiara e definitiva lo stato allergico.

Patch Test per allergia al nichel: cos’è

Si tratta di uno speciale esame che prevede l’utilizzo di dischetti intrisi di sostanze potenzialmente allergizzanti che devono entrare a contatto con la pelle.

Come avrete capito dunque, è del tutto indolore e la quantità di allergeni è talmente bassa che preclude qualsiasi tipo di effetto collaterale.

Come si esegue l’esame del patch test

I dischetti contenenti le sostanze vengono messi a contatto con la pelle ed applicati sulla parte superiore del dorso e successivamente vengono fissati con particolari cerotti per permettere ai dischetti di rimanere fermi per il tempo necessario al test, solitamente 48 ore.

Trascorso il tempo indicato, il medico rimuoverà il tutto ed osserverà gli effetti degli allergeni a contatto con la pelle.

Se infatti la porzione di epidermide risulta arrossata o irritata, oppure si riscontra la presenza di vescicole, il paziente risulta allergico a quella sostanza.

A questo punto il medico provvederà a visitare nuovamente il paziente un paio di giorni dopo il patch test per allergia al nichel, in modo da osservare il progredire dell’allergia e lo sviluppo delle reazioni somatiche.

Patch test effetti collaterali

Abbiamo detto che i dosaggi degli allergeni all’interno dei dischetti sono talmente pochi da limitare il rischio di effetti collaterali, ed infatti è così, ma ci sono comunque delle controindicazioni da tenere a mente prima di scegliere di effettuare un patch test.

Viene infatti sconsigliata la procedura a chi:

  • ha la pelle escoriata o con acne e cicatrici- in quanto il patch deve essere applicato su una cute sana in modo da evitare risultati sfalsati
  • gravidanza– durante gestazione ed allattamento si consiglia di evitare il patch in quanto gli allergeni possono andare ad influire sulla salute del feto o del bambino.

Quanto costa

Il patch test per allergia al nichel ha un costo diverso che varia in base alla struttura dove viene fatto, in base alla discrezione del medico ed addirittura del comune o dalla regione dove ci si trova.

Bisogna comunque sapere però, che questo test può raggiungere un costo molto alto, anche di 300.00 euro, ma solitamente si aggira tra i 30.00 ed i 120.00 euro.

Questo succede principalmente a causa dei numerosi campioni di sostanze che vengono chiamati in causa per effettuare il test nel modo più completo possibile.

Dove si fa

Se osservando i vari sintomi vi viene il dubbio che possiate essere allergici al nichel, prendete subito un appuntamento con un bravo dermatologo oppure un allergologo, gli unici specialisti che potranno darvi una diagnosi sicura e chiara.

Potrete rivolgervi direttamente ad uno studio privato oppure agli specialisti presenti nella struttura ospedaliera più vicino a voi, prendendo appuntamento proprio presso l’ospedale oppure recandovi dal vostro medico di base e facendovi fare un’impegnativa.

-
loading...
the detox

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...