depurarsi-in-modo-naturale

Acqua alcalina, tisane detox e cibo per alcalinizzare il corpo

Si sente sempre di più parlare di acqua alcalina, dei suoi benefici e dei tanti ionizzatori in commercio. L’acqua alcalina ionizzata non può far miracoli, ma può aiutare fortemente a ristabilire situazioni di salute non buone dove una delle cause sono diete poco bilanciate e scarso consumo di frutta, verdura e cibi sani. Ed è un’ottima soluzione contro il caldo torrido dei mesi estivi

Una volta si chiamavano “rimedi della nonna”, poi anche la scienza medica ha iniziato a suggerirli come giusti comportamenti da seguire per mantenere un buon equilibrio fisico. Il più famoso è forse quello del bere tanta acqua, almeno due litri di acqua al giorno, specialmente quando fa caldo per idratarsi al meglio.

Acqua alcalina per alcalinizzare il corpo

Negli ultimi tempi, in questo particolare settore si è molto sentito parlare dei “miracoli” prodotti dal bere acqua alcalina ionizzata, in grado addirittura di curare alcune patologie. Alcalinizzare il corpo attraverso acqua alcalina, succhi freschi di frutta e verdura e tisane detox sono 3 ottimi presupposti per ristabilire la propria salute. malattie molto gravi

Acqua alcalina

Acqua alcalina

Bisogna premetterlo: mancano basi scientifiche solide a riprova di questa teoria e i casi raccontati anche in televisione, come ad esempio nel corso della trasmissione “Le Iene” su Italia Uno, non possono essere presi come testimonianze universali e certificate.

Tuttavia, è altrettanto indubbio che grazie al consumo di acqua alcalina ci possano essere particolari benefici per il nostro organismo, grazie alla sua potente azione antiossidante.

Facciamo qualche passo indietro e cerchiamo di spiegare tutto in modo chiaro, riprendendo due concetti dalle lezioni di scienze dei tempi della scuola.

Il nostro sangue ha un valore normale medio del pH di 7,4: qualsiasi alterazione, anche minima, rischia di provocare gravi scompensi.

Secondo: una soluzione si definisce acida se il suo ph ha un valore compreso tra 0 e 7, e invece si chiama basica se invece si è tra 7 e 14.

E così, esistono cibi che hanno una prevalenza acida e altri che invece sono basici: perciò, nella nostra dieta dobbiamo fare attenzione, come detto, a mantenere in equilibrio il nostro organismo.

C’e’ un prodotto che è l’ideale per disintossicare il proprio corpo. Aceto di mele: disintossicare il corpo e purificare la pelle, naturalmente

Alimenti come carne, uova, latte e latticini, pomodoro e noci ad esempio danno un apporto prevalente di acidità: eccedere nel loro consumo può provocare alla lunga disturbi come artrite o ipertensione.

Certo, cambiare stile di vita non è facile, ma ecco che appunto può aiutarci l’acqua alcalina ionizzata, che oltre ad avere un residuo fisso ridotto, è ricchissima di antiossidanti, idrata circa sette volte in più di quelle a componente acide, è ricchissima di ossigeno e aiuta ad eliminare più velocemente le scorie che si accumulano nell’organismo.

Questo risultato “magico” in realtà si ottiene solo grazie alla scienza e all’installazione di alcuni dispositivi – in particolare, filtri e generatori di ioni – ai rubinetti di casa, in grado di dare il via al fenomeno dell’elettrolisi, che inverte la carica della comune acqua da positiva in negativa.

Cioè, di trasformare l’acqua da acida a “basica” e senza alcun metallo pesante, perché in questo processo i filtri e le molecole riescono a rimuovere anche residui di piombo o arsenico (presenti comunemente, ma sempre e in ogni caso al di sotto di livelli di sicurezza stabiliti per legge), purificando ulteriormente l’acqua.

Il prezzo base di una buona attrezzatura è un po’ alto e si aggira intorno ai duemila euro, ma si tratta di un investimento iniziale, perché poi si può risparmiare sui costi di utilizzo: per produrre un litro di acqua ionizzata si spende appena un centesimo di euro, elettricità inclusa.

Tornando ai consigli, per esser davvero sani secondo alcuni studi dovremmo introdurre ogni giorno una proporzione pari solo al 20 per cento di alimenti acidificanti e ben l’80 per cento di quelli alcalini, preferendo in particolare prodotti come la frutta, i legumi (e specialmente i fagioli), i cereali e alcune tipologie di pesce come spigola, trota, salmone e tonno.

Questa è una dieta ricca di fibre, vitamine, sali minerali che sarà di aiuto per combattere la ritenzione idrica e perdere qualche chilo, obiettivo di molti in vista della prova costume.

-
loading...
the detox

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...