depurarsi-in-modo-naturale

Biochetasi supposte, bustine, gravidanza e bambini

Biochetasi a cosa serve? Dosaggio e posologia di Biochetasi in supposte, bustine, nei bambini e in gravidanza, acetone, prezzo.

Biochetasi

Biochetasi a cosa serve e cosa è?

Biochetasi è un medicinale di automedicazione composto da diversi principi attivi che lo rendono particolarmente adatto nel trattamento di disturbi gastrici come:

  • Iperacidità
  • Difficoltà digestive
  • Nausea e vomito

Biochetasi ripristina i normali livelli di potassio intracellulare e reintegra le sostanze ad azione enzimatica e coenzimatica. A causa di numerosi fattori, infatti, può accadere che l’organismo si trovi in una condizione di acidosi metabolica, con conseguente acidificazione del ph del sangue provocando numerose sintomatologie.

Biochetasi composizione

  • Sodio Citrato
  • Potassio Citrato
  • Tiamina Difosfato
  • Riboflavina monofosfato monosodico
  • Vitamina B6 cloridrato
  • Acido Citrico
Biochetasi

Biochetasi

La composizione di Biochetasi, a base di sodio citrato, potassio citrato, acido citrico e vitamine del complesso B, è utile per ostacolare tali disagi e disintossicare l’organismo, favorendo un tempestivo ritorno alla normalità. Per tutti questi motivi Biochetasi può essere utilizzato in caso di difficoltà digestive, acidità e bruciore di stomaco, insufficienza epatica, stati chetonemici, nausea, vomito e diarrea.

 

–>> Acquistalo ora in offerta ad un ottimo prezzo

Biochetasi supposte

La somministrazione di Biochetasi supposte è particolarmente indicata in presenza di forte nausea e di vomito, che comprometterebbe l’efficacia dell’assunzione in bustina o compressa. Inoltre il sapore di Biochetasi è molto dolce, quindi potrebbe stimolare ulteriormente i conati di rigetto.

Il dosaggio di Biochetasi supposte per gli adulti è di 1 o 2 supposte di Biochetasi al giorno, sotto consiglio del proprio medico curante. Nei bambini, invece, si tende a dimezzarne le dosi, per cui 1/2 o 1 supposta al dì, previo parere del pediatra.

Biochetasi supposte bambini

Biochetasi supposte bambini

Biochetasi supposte bambini

Biochetasi può essere somministrato in supposte tranquillamente anche a neonati e bambini, per tutti i disturbi gastrici già sopraelencati, anche se ovviamente è importante sentire sempre il parere del pediatra.

Una delle cause più frequenti e tipiche che portano a far assumere Biochetasi dai bambini è la cosiddetta “acetone“.

L’acetone è un disturbo metabolico temporaneo che si manifesta nel momento in cui nel sangue non ci sono più zuccheri disponibili.

Per sopperire a questa mancanza l’organismo utilizza i grassi per produrre l’energia di cui ha bisogno, facendo così creare corpi chetonici, tra cui l’acetone.

Ecco quindi che iniziano a presentarsi i sintomi caratteristici dell’acetone:

  • dolore addominale
  • alito che odora di frutta marcia
  • mal di testa
  • debolezza
  • lingua secca
  • vomito
  • febbre
  • disidratazione.

Per ripristinare il livello di zuccheri nel sangue è utile bere bevande zuccherate, anche se può non essere facile per via dei fastidiosi sintomi correlati. Per placare nausea e vomito può essere, quindi, utilizzato Biochetasi.

È consigliabile avvertire sempre il pediatra in modo che possa indicare dose e frequenza di somministrazione più adatta, tuttavia generalmente il dosaggio è di una bustina per tre volte al giorno, oppure mezza supposta, che rappresenta la soluzione ideale soprattutto per i bambini molto piccoli o in presenza di frequenti episodi di vomito.

Biochetasi in gravidanza

Biochetasi in gravidanza

Biochetasi in gravidanza

Trattandosi di un farmaco di automedicazione molto ben tollerato, Biochetasi è adatto all’utilizzo anche in gravidanza, allattamento e in età pediatrica. Anzi, Biochetasi è molto utilizzato proprio per alleviare disturbi intestinali tipici della gravidanza, quali le nausee gravidiche, e disturbi gastrici nei bambini come gastroenteriti, nausea ed acetone.

Sono tantissime le future mamme che, soprattutto durante i primi mesi di gravidanza, sono soggette a quella comunemente definita “nausea gravidica”, che colpisce maggiormente nelle prime ore del mattino ma che, in molti casi, può persistere anche per tutto il giorno. Nonostante le nausee accompagnino perlopiù le donne durante il primo trimestre di gestazione, è possibile che questo disturbo sia presente anche nei mesi successivi.

Più che una causa vera e propria, esistono una serie di fattori che rendono una donna soggetta a questo disturbo, tra cui: predisposizione genetica, alti livelli dell’ormone β HCG nonchè di estrogeni, problemi digestivi, carenze di vitamine, disfunzioni a carico della tiroide ed infezione da Helicobacter pylori. Occorre, dunque, specificare che la presenza di nausea non è un fattore che deve destare preoccupazione.

Tuttavia, qualora tale fastidio dovesse diventare talmente intenso da non riuscire ad assumere cibo e liquidi a sufficienza, potrebbe effettivamente diventare un problema in quanto la donna rischia di trovarsi in una condizione di malnutrizione e/o disidratazione, specialmente se la nausea è accompagnata da episodi frequenti di vomito. In questo caso è importante consultare il proprio medico ed intervenire.

Oltre ad adottare piccole ma importanti accortezze come riposare il più possibile, trascorrere del tempo all’aria aperta e cercare di nutrirsi poco ma sovente con cibi sani e preparati con cotture leggere, un valido aiuto può venire da Biochetasi.

Infatti, l’acido citrico, citrato di sodio e potassio hanno un’azione antiacida e antiossidante, mentre le vitamine del gruppo B in esso contenute (B1, B2 e B6) riportano il metabolismo glucidico e lipidico nei livelli di norma e stimolano l’utilizzo di zuccheri e grassi. La posologia consigliata è di due bustine per tre volte al giorno. Nonostante si tratti di un medicinale di automedicazione generalmente ben tollerato, è importante, comunque, sentire sempre il consiglio del proprio medico.

Biochetasi prezzo

Biochetasi è un farmaco da banco, per cui non serve ricetta medica per acquistarlo.

Il prezzo è variabile a seconda della tipologia di formato: una confezione da 20 bustine di Biochetasi granulato effervescente ha un prezzo di 9,90 €, mentre per la versione in compresse masticabili, Biochetasi Pocket da 18 compresse, il costo è di 7,90 €. 6 supposte di Biochetasi tiamin-difosfato antiacido, invece, hanno un prezzo di 8,90 €.

–>> Acquistalo ora in offerta ad un ottimo prezzo

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *