depurarsi-in-modo-naturale

Dicloreum: uso, principio attivo, benefici e prezzo

Il Dicloreum 150 mg è un farmaco che agisce sia come antinfiammatorio, sia come analgesico. Disponibile in compresse, fiale, schiuma e bustine, ha come principio attivo di diclofenac idrossietilpirrolidina. Viene utilizzato per combattere dolori di varia tipologia.

Dicloreum cosa è

Come appena ricordato, il Dicloreum è un presidio farmcologico di natura antinfiammatoria e analgesica. Risulta molto versatile per quel che concerne i formati e le modalità di somministrazione. Ha come eccipienti sostanze zuccherine come l’aspartame e il sorbitolo, presente in particolare nelle bustine da sciogliere nel bicchiere d’acqua.

Gli eccipienti cambiano nelle fiale. In questo caso, infatti, troviamo il saccarosio e l’amido di mais. L’elenco degli eccipienti presenti in Dicloreum comprende anche il talco, la paraffina, la gelatina. Il Dicloreum è disponibile anche in cerotti a rilascio controllato. In questo caso l’elenco degli eccipienti è un po’ più lungo. Il principio attivo, infatti, deve penetrare a fondo nel tessuto cutaneo per essere davvero efficace.

Per rendere ancora più chiaro quanto appena esposto, bisogna dire che, quando si utilizza il termine eccipiente in medicina, si inquadrano sostanze che si trovano nei farmaci e che non sono principi attivi.



Un tempo considerati inerti, gli eccipienti possono invece influire sul rilascio del principio attivo.

Dicloreum a cosa serve?

Il Dicloreum è un farmaco efficace in molti casi in cui si ha a che fare con stati di natura dolorosa o infiammatoria. Alla base del problema, può esserci una condizione di natura traumatica, ma anche una criticità reumatica.

Il ricorso a Dicloreum può rivelarsi efficace in caso di torcicollo, dolore acuto, edemi di origine post traumatica, borsite.

Il farmaco in questione viene spesso prescritto per alleviare i dolori di patologie gravi di natura sistemica come l’artrite reumatoide.

Dicloreum Fiale uso e dosaggio

Dicloreum Fiale

Dicloreum Fiale

Dicloreum® 75 mg/3 ml soluzione iniettabile
Diclofenac
Medicinale equivalente

Denominazione del medicinale
DICLOREUM® 75 MG/3 ML SOLUZIONE INIETTABILE

Composizione
Una fiala contiene: Principio attivo: Diclofenac sodico mg 75. Eccipienti: Glicole propilenico, alcool benzilico, sodio idrossido, sodio metabisolfito, acqua per preparazioni iniettabili

Dicloreum compresse

Dicloreum compresse

Dicloreum compresse

Denominazione del medicinale
DICLOREUM® 50 MG COMPRESSE GASTRORESISTENTI
DICLOREUM® 100 MG COMPRESSE A RILASCIO PROLUNGATO

Composizione
Compresse gastroresistenti mg 50
Una compressa contiene: Principio attivo: Diclofenac sodico mg 50. Eccipienti: Cellulosa microcristallina, lattosio, amido di mais, magnesio stearato, cellulosa acetoftalato, dietilftalato, titanio biossido, polivinilpirrolidone
Compresse a rilascio prolungato mg 100
Una compressa contiene: Principio attivo: Diclofenac sodico mg 100. Eccipienti: Talco, etilcellulosa, magnesio stearato, polivinilpirrolidone, idrossipropilcellulosa, dietilftalato, titanio biossido

Benefici e quando usarlo

Il Dicloreum ha come principale beneficio il sollievo praticamente immediato dal dolore di origine sistemica o traumatica. Quando usarlo?

Come già specificato, sono diverse le situazioni che risultano congeniali all’utilizzo del farmaco. In primo piano troviamo le infiammazioni, ossia i casi in cui il nostro organismo cerca di eliminare o di sopire un agente che ha provocato una lesione.

Partendo da qui, si può aprire un capitolo molto importante, ossia quello relativo a quando usare il Dicloreum. A tal proposito, è bene ricordare che abbiamo a che fare con un antinfiammatorio. Ciò significa che è bene farvi ricorso unicamente se vi è un’effettiva e forte necessità.

Il rischio principale, infatti, è quello che si verifichino diversi e importanti effetti tossici. Si consiglia inoltre, nel corso del trattamento, di prendere in considerazione la dose più bassa possibile per l’efficacia della cura.

Non basta ovviamente capire quando usarlo, ma anche come. Per questo è fondamentale dire che, quando si utilizza questo farmaco, bisogna farsi tenere sotto costante controllo da parte del proprio medico di fiducia. Efficace contro il dolore e in grado di inibire alcuni degli enzimi alla base dei processi infiammatori, questo farmaco può mettere a rischio la funzionalità epatica.

Ecco perché, prima di iniziare il trattamento, è bene essere sicuri che tutto sia a posto da questo punto di vista. Molto importante sempre in merito a quando usare Dicloreum è iniziare la terapia dopo aver fatto i controlli sufficienti a capire se la situazione è ottimale anche dal punto di vista cardiaco.

Spesso, infatti, è capitato di assistere all’associazione tra l’assunzione del farmaco e il peggioramento delle condizioni fisiche di chi, già da prima del trattamento, soffriva di malattie cardiovascolari o cerebrovascolari.

Una domanda frequente, legata sempre a quando usare il farmaco in questione, riguarda il trattamento in gravidanza. Sull’utilizzo di Dicloreum nel corso dei nove mesi di gestazione sono stati effettuati diversi studi. I risultati hanno portato in evidenza un forte rischio di tossicità cardiopolmonare e di insufficienza renale.

Lo stesso vale per il periodo dell’allattamento. Per concludere le risposte più importanti alla domanda “quando usare Dicloreum?”, è utile fare un cenno alla sua interazione con gli antibiotici. Sconsigliata, onde evitare problemi alla mucosa gastrica, è anche l’associazione con altri antibiotici.

Prezzo

Vediamo ora il prezzo del Dicloreum. Partiamo dalle compresse, ricordando che la confezione commercializzata ne contiene 20 e ha un costo indicativo di 12,39 euro. Le fiale iniettabili, invece, hanno un prezzo di 3,21 euro.

Il prezzo di listino della confezione di bustine, caratterizzata dalla presenza di 20 pezzi, è invece pari a 9,20 euro.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *