depurarsi-in-modo-naturale

Dolore al ginocchio: e se fosse artrosi?

Molti di coloro che soffrono di dolore al ginocchio si rivolgono ad un medico specialista in cerca di cure e diagnosi. Tra le varie cause del dolore al ginocchio c’è quella dell’artrosi al ginocchio per la quale, in casi estremi si può arrivare fino ad una protesi.

Ma non corriamo. Prima di arrivare a questo triste epilogo esistono rimedi per l’artrosi al ginocchio quale la tecnica di chirurgia ortopedica mini invasiva sulla quale però a volte i pazienti non vengono sufficientemente informati.

In caso di artrosi nella parte del ginocchio si verificano, paradossalmente, due casi estremi:

  • il paziente disinformato fa la scelta sbagliata (subendone le conseguenze) affidandosi alla chirurgia tradizionale
  • oppure ci si affida alla chirurgia robotica.

Non sono pochi coloro che, accettando la via tradizionale, non risolvono il problema dell’artrosi al ginocchio e non migliorano affatto la qualità della vita.

Di chirurgia ortopedica mini invasiva se ne parla poco e male e chi ha la fortuna di farsi impiantare una protesi ginocchio con questa tecnica avanzata si affida al metodo meno aggressivo e più sicuro in termini di danni, conseguenze e controindicazioni.

Chi cerca di migliorare la qualità della vita ha il diritto di essere informato, dalla diagnosi alla terapia chirurgica ed alla riabilitazione perché si sceglie solo con la giusta conoscenza. Vediamo in cosa consiste l’artrosi del ginocchio.

Artrosi al ginocchio

artrosi al ginocchio

artrosi al ginocchio

Detta anche gonartrosi, l’artrosi ginocchio è la patologia più comune e diffusa che colpisce le articolazioni.

E’ causata principalmente dalla degenerazione della cartilagine e/o dell’osso sub condrale responsabile di forti dolori e limitazione della funzionalità articolare del ginocchio.

Cartilagine ed osso si consumano e, quando il dolore inizia a farsi sentire, significa che l’artrosi ginocchio ha già raggiunto un livello avanzato e comincia a lanciare segnali di allarme.

Il dolore non proviene dalla cartilagine (che non dispone di recettori del dolore) ma dai recettori posti a livello dell’osso sub condrale e può essere causato anche dall’infiammazione della membrana sinoviale, da lesioni del menisco o danni periostali.

Tipologie di artrosi e forte aumento dei casi in Italia

I casi di artrosi ginocchio sono in costante aumento in proporzione all’aumento dell’età media della popolazione: si stima che, in Italia, si impiantino ogni anno oltre 170 mila protesi articolari senza contare che gran parte di chi soffre di artrosi ginocchio o anca non decide di fare l’intervento per paura, disinformazione o altri motivi. Ovviamente, il picco massimo di incidenza della gonartrosi riguarda pazienti tra i 70 ed i 79 anni.

Sono tre i principali compartimenti del ginocchio che possono essere colpiti dalla gonartrosi: il femoro-tibiale mediale (zona interna), laterale (esterna) e femoro-rotuleo (tra femore e rotula). Quest’ultimo incide per l’88% dei casi.

L’artrosi ginocchio si sviluppa a causa di fattori meccanici locali o da fattori sistemici, da problematiche degenerative dovute all’età ma anche dall’obesità, da lesioni articolari provocate da attività sportive oppure da alterazioni dell’asse della gamba (ginocchio valgo, varo o flesso).

Dieta per combattere l’artrosi

E’ possibile combattere il problema dell’artrosi attraverso un certo tipo di regime alimentare, comunemente dieta?

Sicuramente una dieta equilibrata e prevalentemente vegetale può aiutare a limitare i danni. La dieta può agire in modo ottimale sul rapporto plasmatico degli elettroliti tra i quali la componente di maggior rilievo è costituita senz’altro dall’equilibrio di calcio e fosforo. Questi due oligoelementi influiscono sulla salubrità scheletrica generale ed il loro metabolismo è coinvolto sia nella sintesi che nel rimodellamento osseo.

Artrosi ginocchio rimedi farmacologici e non farmacologici

Artrosi ginocchio rimedi

Artrosi ginocchio rimedi

Il trattamento dell’artrosi al ginocchio è da personalizzare a seconda delle cause di insorgenza e della gravità del caso (dolore, danno strutturale, limitazione dell’articolazione compromessa, ecc.) attraverso una combinazione di cure farmacologiche (paracetamolo, FANS antinfiammatori non steroidei, condroprotettori, infiltrazioni di corticosteroidi, iniezioni intrarticolari di acido ialuronico) e non farmacologiche (esercizio fisico, ad esempio).

Se il livello di gravità dell’artrosi ginocchio è invalidante ed a poco servono i trattamenti farmacologici e non, sarà necessario considerare l’intervento. Non ci riferiamo all’intervento chirurgico tradizionale puntualmente consigliato al paziente in ospedale, ma di un intervento di chirurgia ortopedica mini invasiva per l’impianto di una protesi in metallo che andrà a sostituire la cartilagine consumata e che lavorerà al suo posto.

Protesi mini invasiva: i vantaggi da conoscere per la giusta scelta

Nel campo della chirurgia ortopedica mini invasiva può essere impiantata una protesi parziale (monocompartimentale, nei casi in cui sia danneggiato un solo compartimento del ginocchio) o totale (per rivestire tutto il ginocchio).

La differenza tra chirurgia tradizionale e chirurgia mini invasiva è nel rispetto del corpo umano: quest’ultima si pone l’obiettivo di preservare (anche nel caso di protesi totale) i legamenti crociati anteriore e posteriore o soltanto il legamento crociato posteriore, seppure non sia sempre possibile nei casi più complicati.

La tecnica mini invasiva si chiama così perché l’intervento è più rapido, poco aggressivo in quanto viene rivestita solo la parte compromessa dall’artrosi ginocchio, l’incisione è ridotta, è caratterizzata da un risparmio osseo e muscolare, evita di scollare e tagliare i muscoli inseriti sul femore.

E’ questa, ad oggi, la tecnica avanzata più efficace, sicura e rispettosa del corpo umano che esista, se ci si affida alle mani di un chirurgo ortopedico specialista del settore.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...