depurarsi-in-modo-naturale

Ematocrito basso o alto: cause, sintomi e cosa fare

Il controllo dei valori del sangue è fondamentale per la salute. Dopo gli esami, è possibile scoprire di avere l’ematrocrito basso e alto. Cosa significa? Come interpretare i valori? Seguici nelle prossime righe per sapere qualcosa di più in merito.

Ematocrito Cosa è

Prima di entrare nel vivo di ematocrito basso e alto, vediamo di preciso di cosa si parla quando si nomina questo valore. Ogni volta che si cita l’ematocrito, si inquadra la percentuale di sangue costituita da elementi corpuscolati.

In questo novero è possibile includere i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine. Per fare un esempio concreto, se il valore dell’ematocrito è pari a 46, significa che il 46% del volume del sangue è costituito da cellule, ossia elementi corpuscolati.

Molto importante per comprendere meglio la questione ematocrito basso e alto è ricordare che, secondo alcune fonti, gli elementi corpuscolati da considerare quando si monitora l’ematocrito sono i globuli rossi.

Non è un caso che il valore dell’ematocrito, molto spesso, venga indicato con la sigla EFV, acronimo di Erythrocyte-Volume-Fraction.

Ematocrito basso

Cause Ematocrito basso

Cause Ematocrito basso

Entriamo ora nel dettaglio della questione ematocrito basso e alto. Vediamo il primo dei due casi. Iniziamo dai valori normali, che cambiano a seconda dell’età dell’individuo.

Valori normali

Ecco qualche riferimento in merito:

  • Neonati: valori normali dell’ematocrito compresi tra il 55 e il 70%
  • Bambini fino ai 7 anni: valori normali dell’ematocrito compresi generalmente tra il 30 e il 40%
  • Adolescenti fino ai 16 anni: valori normali dell’ematocrito compresi tra i 30 e il 42% circa
  • Adulti di sesso maschile: valori normali dell’ematocrito compresi tra il 40 e il 55% circa
  • Adulti di sesso femminile: valori normali dell’ematocrito compresi tra il 38 e il 45%

Cause Ematocrito basso

Quali sono le cause alla base dell’ematocrito basso? La prima cosa da dire al proposito è che si dividono in patologiche e non patologiche. Nella prima categoria sono da annoverare le infezioni, le emorragie, l’anemia sideropenica ed emolitica, la cirrosi epatica.

Per quel che concerne le cause non patologiche, è da includere la gravidanza avanzata, ma anche l’eccessiva idratazione, le mestruazioni abbondanti e l’attività fisica aerobica prolungata.

COSA FARE?

Cosa fare per risolvere il problema? Nel caso specifico della gravidanza, si consiglia di seguire un’alimentazione ad alto contenuto di ferro, da proseguire durante l’allattamento.

Anche in situazioni diverse dalla dolce attesa l’ematocrito basso può essere affrontato grazie all’alimentazione. Essenziali sono sempre gli alimenti ricchi di ferro, ma anche quelli caratterizzati dalla presenza di vitamina C e di vitamina B12.

Un altro consiglio consiste nell’evitare alimenti ricchi di fibre, che possono ostacolre l’assorbimento del ferro.

Ematocrito alto

Continuiamo a parlare di ematocrito basso e alto analizzando il secondo dei due casi. Essenziale è ricordare che l’ematocrito è un valore molto instabile. I valori possono essere influenzati dall’orario della giornata in cui vengono effettuati gli esami, ma anche dallo stress, dal livello di idratazione, dalla posizione assunta dal soggetto al momento del prelievo del sangue.

Considerando questa premessa, che vale anche quando si parla di ematocrito basso, specifichiamo che, quando i valori sono troppo alti, alla base ci possono essere delle cause relative o assolute.

Cause Ematocrito alto

Le prime comprendono la diarrea e il vomito, che portano a una disidratazione che riduce il volume del plasma.

Nel novero delle cause relative ematocrito alto è possibile comprendere anche il diabete. Questa patologia, se non trattata, provoca un aumento del glucosio del sangue. Questa sostanza viene eliminata attraverso le urine. L’eliminazione delle molecole di glucosio, per osmosi, porta via due molecole d’acqua. La conseguenza è l’aumento del livello di disidratazione e l’innalzamento dell’ematocrito.

Da ricordare nell’elenco delle cause ematocrito alto sono anche le ustioni e l’assunzione di alcuni farmaci, come per esempio i diuretici.

Molto importante è soffermarsi anche sulle cause ematocrito alto assoluto. L’elenco in questo caso è molto ampio e comprende

  • I soggiorni in montagna a un’altitudine superiore ai 2.500 metri
  • L’esposizione a monossido di carbonio
  • L’insufficienza respiratoria
  • L’obesità e le apnee notturne provocate da questa condizione
  • L’insufficienza renale
  • Il rene policistico
  • I tumori al rene sia maligni sia benigni
  • Le autotrasfusioni

Queste situazioni hanno alla base l’ipossiemia, ossia una situazione di scarsa ossigenazione dei tessuti.

Il corpo reagisce producendo eritroproietina, una sostanza che porta il midollo osseo a produrre più globuli rossi.

Come intervenire? Una valida alternativa anche in questo caso è costituita dalla dieta.

Ematocrito alto cosa mangiare

Chi ha l’ematocrito alto dovrebbe aumentare l’apporto di proteine (non troppe quelle animali), principi nutritivi che garantiscono il mantenimento di un buon equilibrio tra plasma e cellule.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...