depurarsi-in-modo-naturale

Emoglobina nelle urine cause e sintomi

L’emoglobina è una proteina contenuta nei globuli rossi, deputata al trasporto di ossigeno dai polmoni ai tessuti. Nel suo viaggio di ritorno nel sangue venoso l’emoglobina trasporta invece anidride carbonica ai polmoni dai quali questa vine espulsa con l’aria espirata.

La presenza di emoglobina nelle urine è nella maggior parte dei casi la spia di alcune patologie che riguardano l’apparato urinario.

La presenza di emoglobina nelle urine è determinata dalla rottura intravascolare o intravescicale dei globuli rossi. Tale malattia viene chiamata in medicina con il termine Emoglobinuria, e non deve essere assolutamente confusa con l’ematuria, ovvero la presenza di sangue nelle urine.

Non esistono veri e propri valori di riferimento per stabilire se è alta in quanto l’emoglobina nelle urine dovrebbe essere assente. La presenza in gravidanza in valore minimo è condizione pressoché normale ma da tenere sotto controllo in quanto potrebbe essere sintomo di gestosi.

Emoglobina nelle urine

Emoglobina nelle urine

Emoglobina nelle urine Cause

La presenza di emoglobina nelle urine può essere data da cause patologiche e da non patologiche vediamo quali sono.

La cause non patologiche di Emoglobinuria sono date da:

  • Sforzi fisici eccessivi in questo caso l’emolisi avviene a livello intravascolare, attività correlate sono per esempio l’uso di martello pneumatico per lunghe ore, o la pallavolo o ancora sport come la corsa che a causa del rude impatto del piede col terreno si ha la rottura dei capillari
  • Farmaci come penicillina o farmaci antiaritmici
  • Reazioni a trasfusioni di sangue incompatibili

Cause patologiche troviamo:

  • Glomerulonefrite acuta
  • Pielonefriti e Infarto renale
  • Sindrome emolitica uremica
  • Anemia falciforme una forma di anemia chiamata così per la forma assunta dai globuli rossi che sono proprio a falce
  • Anemia emolitica autoimmune
  • Ustioni estese
  • Tumori che hanno come sede i reni
  • Malaria
  • Anemie immunoemolitiche da farmaci (ad esempio a metil-dopa o a penicillina)
  • Emoglobinuria da freddo
  • Emoglobinuria parossistica notturna forma di anemia emolitica cronica, che vede la presenza del fenomeno principale acutizzarsi durante le ore della notte
  • Favismo una malattia caratterizzata da estrema sensibilità alle fave. Quando si mangia questo legume, una sostanza in esso contenuta provoca la rapida distruzione dei globuli rossi portando l’individuo a un grave tipo di anemia
  • Sepsi
  • Scarlattina
  • Avvelenamento da funghi
  • Protesi valvolare cardiaca malfunzionante

–> Leggi anche l’articolo sulle cause dell’Emoglobina bassa

Sintomi

In presenza di emoglobinuria, le urine hanno un colore dall’amaranto al bruno dato dal rapporto della concentrazione proporzionale di due pigmenti: l’ossiemoglobina (di colore rosso vivo) e la metaemoglobina (rosso-bruna).

Oltre al colore dell’urina si avranno altri sintomi più o meno correlati alla patologia che da la presenza di emoglobulina nelle urine identificati in:

  • Senso di stanchezza generale
  • Cefalea
  • Febbre e brividi
  • Pallore
  • Itterizia
  • Ingrossamento della Milza
  • Tachicardia e respiro corto
  • Dolore addominale e agli arti inferiori
  • Possibile blocco renale e uremia

Cosa fare

In caso si manifestino uno dei sintomi sopra indicati bisogna rivolgersi al proprio medico curante per la prescrizione di alcuni esami che ne verifichino la presenza così da poter intraprendere la terapia più adeguata quanto prima.

Gli esami solitamente prescritti sono:

  • Analisi delle urine
  • Urinocultura

Una volta avuti questi esiti e a secondo del quadro clinico del paziente il medico deciderà se prescrivere ulteriori esami per altri accertamenti diagnostici. Come

  • Esami del sangue
  • Cistoscopia
  • Diagnostica per immagini
  • Urografia endovenosa
  • Biopsia renale

La terapia per trattare l’emoglobinuria è di tipo eziologica cioè destinata al trattamento delle cause che ne danno l’origine.

Il medico di famiglia poi potrebbe consigliare una visita specifica da uno specialista se

  • Gli esami dimostrano la presenza di emoglobina nelle urine ma non c’è presenza di infezione e non si ha dolore
  • Oltre i 40 anni e le infezioni del tratto urinario sono frequenti con presenza di emoglobina
  • Se è presente una massa nell’addome notata durante l’esame fisico dal medico o tramite un’ecografia

Rimedi Naturali complementari

Una volta che il medico ha eseguito la diagnosi per determinare la causa oltre ai farmaci prescritti o alle terapie è possibile utilizzare dei rimedi complementari insieme alle cure mediche standard per ridurre l’irritazione o l’infezione.

Abbiamo:

•    Borsapastore comune una delle erbe medicinali più popolari per l’emorragia interna del sistema urinario. Aiuta a ridurre il sanguinamento interno dal sistema digestivo, riproduttivo e urinario. È anche un antisettico e antipiretico urinario.
•    Alchemilla le foglie e i fiori  sono ricchi di tannini – composti attivi con proprietà astringenti, antiemorragiche, antimicrobiche e antiossidanti.
•    Altea comune la cui radice è utilizzata per l’infiammazione delle vie urinarie, l’irritazione e la cistite
•    Achillea millefoglie contiene composti attivi che inibiscono l’azione di batteri e funghi, riducono il sanguinamento e migliorano la circolazione. Il principio attivo dell’achillea riduce le emorragie interne ed esterne
•    Solidago erba medicinale tradizionale che guarisce le ferite e riduce l’infiammazione. Le parti aeree sono efficaci nel trattamento dei disturbi del tratto urinario e dei reni.

Chiedere sempre prima al medico se è d’accordo nell’abbinamento di rimedio naturale e farmaco e consultate un erborista.

L’Emoglobinuria colpisce di più i soggetti che hanno in genere patologie pregresse al sistema renale, nonché patologie di tipo ematico, come ad esempio le anemie.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *