depurarsi-in-modo-naturale

Ferritina definizione – valori di riferimento

Quante volte si sente parlare della ferritina, ma non si ha ben chiaro che cosa sia in realtà? Ebbene, in questo utile articolo cercheremo di spiegare cos’è la ferritina a cosa serve, quali sono i valori normali e in caso sia troppo alta o troppo bassa i rimedi da prendere in considerazione.

Ferritina cos’è e a cosa serve?

La ferritina è una molecola che ha come funzione quella di immagazzinare il ferro, sostanza fondamentale per il buon funzionamento dell’organismo. E’ presente in tutti gli esseri viventi e la sua concentrazione è localizzata nel midollo osseo, nella milza, nel fegato e nel sangue. Essendo presente dunque,  anche nel sangue, è possibile quantificare il ferro all’interno dell’organismo attraverso un apposito esame, la ferritinemia.

Il test della ferritina

Come si esegue il suddetto test? Si basa semplicemente su un prelievo di sangue. In alcuni casi il medico potrebbe consigliare di non mangiare per almeno 12 ore prima del test. Ecco perchè tale esame viene eseguito di prima mattina. Ma quali sono i valori di riferimento?


Ferritina: valori di riferimento

E’ bene sottolineare che i valori di riferimento possono variare da laboratorio a laboratorio, tuttavia in linea di massima possiamo affermare che i suddetti valori sono i seguenti:

  • Per gli uomini: 10-300  nanogrammi/ml;
  • Per le donne entro 45 anni di età: 10-230 nanogrammi/ml;
  • Per le donne oltre i 45 anni di età: 5-345 nanogrammi/ml.

Ferritina bassa

Se si riscontra che la ferritina è bassa vuol dire che c’è una carenza di ferro. I fattori possono essere molteplici:

  • Dieta restrittiva o poco bilanciata;
  • Assorbimento del ferro compromesso da patologie a carico dell’intestino, celiachia o da abuso di alcool;
  • Emorragie di varia entità (traumi, mestruazioni, emorroidi croniche, ecc…);
  • Gravidanza

Per sopperire alla carenza di ferro il medico potrebbe prescrivere un integratore apposito. Naturalmente anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Consumare uova, carne ma con moderazione, verdure di ogni genere in particolare quelle a foglia verde rappresenta un buon coadiuvante.

Ferritina alta




Se invece la ferritina è alta rispetto ai valori di riferimento, le cause possono essere diverse:

  • Artrite reumatoide;
  • Ipertiroidismo;
  • Alcune malattie legate al fegato;
  • Abuso di alcool;
  • Obesità

I sintomi principali  sono: dolori al petto, alle articolazioni, mal di stomaco, sensazione di debolezza prolungata nel tempo.

Per quel che riguarda la terapia, essa viene prescritta dal proprio medico di fiducia. Solitamente il trattamento che viene consigliato ai pazienti quando sussiste tale condizione è quello di eseguire periodicamente i prelievi di sangue allo scopo di rimuovere i globuli rossi che producono ferro in eccesso, stimolando d’altro canto i nuovi.

Anche qui vige la stessa cosa detta in precedenza, l’alimentazione ha una funzione fondamentale: In questo caso occorre seguire una dieta a basso contenuto di ferro. Incrementare il consumo di frutta e verdura di stagione è un buon espediente, oltre a ciò non deve mancare l’attività fisica come il nuoto, la bici o la corsa.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *