depurarsi-in-modo-naturale

Globuli bianchi bassi: cause, sintomi, rimedi

Alzi la mano chi non si è mai fatto domande in merito ai significati dei valori del sangue! Trovare scritto su un referto che si hanno i globuli bianchi bassi può voler dire tantissime cose. Non sempre si ha tempo di chiedere informazioni al medico, motivo per cui abbiamo creato la guida che puoi vedere qui sotto, che contiene tutte le informazioni più importanti sui globuli bianchi bassi e qualche dritta per risolvere il problema in maniera naturale e casalinga.

Come puoi vedere, abbiamo creato pure un indice. In questo modo, potrai scegliere e approfondire gli argomenti che ti interessano di più.


Globuli bianchi bassi

Globuli bianchi bassi

Globuli bianchi bassi

Si può parlare di globuli bianchi bassi nelle situazioni in cui la concentrazione di queste cellule nel sangue risulta inferiore a 3.500 unità per singolo microlitro. Ricordiamo che si tratta comunque di una stima media. I valori, infatti, possono variare a seconda dei macchinari del laboratorio dove vengono effettuati gli esami.

Detto questo parliamo un attimo delle caratteristiche dei globuli bianchi, cellule note anche con il nome di linfociti. Le tipologie di globuli bianchi sono diverse. Si parla innanzitutto di linfociti e monociti. Questi ultimi, possono essere ulteriormente suddivisi in granulociti – che comprendono i basofili – eosinofili e neutrofili.

Cause dei valori bassi di globuli bianchi




Le cause dei valori bassi di globuli bianchi bassi nel sangue possono essere numerose. Tra queste, possiamo includere lo scoppio di infezioni acute che influenzano l’efficienza del midollo osseo, per non parlare delle infiammazioni acute che agiscono consumando letteralmente i globuli bianchi.

I fattori causali non finiscono qui. Tra i “colpevoli” dei globuli bianchi bassi troviamo infatti anche diversi farmaci che danneggiano il midollo osseo. I più pericolosi da questo punto di vista sono i farmaci per la tiroide, i diuretici e alcuni chemioterapici. Molto importante è anche il ruolo delle forme di cancro che mettono a rischio questa parte del corpo.

Sintomi

Il problema dei globuli bianchi bassi può dare segno della sua presenza con diversi sintomi, come per esempio la nausea, il malessere generale, le frequenti emicranie. Nei casi più gravi, si può parlare anche di milza ingrossata e dell’insorgenza di ulcere.

In generale, quando i globuli bianchi si abbassano, il nostro organismo risulta meno immune alle infezioni. Per questo motivo, è consigliabile rivolgersi al proprio medico di fiducia per sottoporsi a un’apposita profilassi.

Valori bassi in gravidanza

Cosa fare in caso di globuli bianchi bassi in gravidanza? Ricordare che il problema può essere dovuto a diversi fattori. Tra questi, sono comprese anche le leucemie e i linfomi. Nella quasi totalità dei casi, però, la situazione è decisamente meno grave. Quasi sempre, infatti, i globuli bianchi bassi durante i 9 mesi di gravidanza sono causati da una leggera anemia.



La situazione si può risolvere con una dieta mirata e, quando necessario, con l’assunzione di specifici integratori alimentari.

Globuli bianchi bassi cosa mangiare

Come abbiamo appena ricordato, la dieta può aiutare molto a risolvere il problema dei globuli bianchi bassi. Ovviamente l’alimentazione, sempre molto importante per la nostra salute, risulta in questo caso decisiva solo quando non ci sono alla base problemi come i tumori. In questi frangenti, la prima cosa da fare è seguire le linee guida del proprio medico di fiducia.

In altri casi, ci si può concentrare immediatamente sulla dieta, scegliendo alcuni alimenti/principi nutritivi che contribuiscono in maniera naturale all’aumento di globuli bianchi.

  • Zinco
  • semi di girasole
  • ceci
  • mandorle
  • cioccolato nero
  • funghi
  • salmone
  • sardine
  • tonno.

In questo elenco è possibile includere lo zinco, un minerale che si può trovare nelle ostriche, nei semi di girasole, nei ceci e nelle mandorle.

Quando si hanno i globuli bianchi bassi, è molto indicato anche il consumo di cioccolato nero. Fondamentali sono anche gli alimenti ricchi di probiotici, veri alleati della salute del sistema immunitario. Molto utili possono rivelarsi anche i funghi. Per quale motivo? In virtù del loro contenuto di selenio, un altro minerale efficacissimo quando si tratta di combattere i globuli bianchi bassi.

Chi vuole mantenere un sistema immunitario sano, dovrebbe concentrarsi anche sull’assunzione di alimenti ricchi di vitamina C. Molto importanti sono anche quelli ricchi di grassi omega 3, come per esempio il salmone, le sardine e il tonno.

Concludiamo con un veloce riferimento all’attività fisica e alla riduzione dello stress, due aspetti essenziali per favorire l’incremento dei globuli bianchi.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *