Ipocondria cosa è: sintomi e rimedi paura delle malattie

Molto spesso, dietro l’espressione “Ho paura delle malattie”, si nasconde un disagio di origine psichico. Nella maggior parte dei casi, questo disturbo viene trascurato e mistificato, quando invece si tratta di una vera patologia che prende il nome di ipocondria, ovvero paura esagerata delle malattie.

Per chi ne soffre, qualsiasi piccolo disturbo fisico si trasforma in qualcosa di minaccioso, come una grave malattia mortale. Naturalmente tutto dipende dai fattori psicologici, che continua a prendere il sopravvento, anche dopo accertamenti clinici e rassicurazioni da parte del personale medico.

Questa insistenza nel sentirsi a tutti i costi malati e minacciati da una patologia inesistente, rende le persone ipocondriache, ridicole agli occhi di altre persone, che tendono a sbeffeggiarle.

Quali sono i sintomi dell’ipocondria

Il soggetto ipocondriaco, manifesta una serie di ossessioni e sintomi che esistono soltanto nella sua testa, e sono dettate dalla paura.

1. Eccessiva paura di soffrire di gravi patologie
2. Necessità di effettuare continue visite mediche
3. Difficoltà di accettare gli esiti negativi delle visite mediche
4. Infondata preoccupazione e paura del futuro
5. Pensieri ossessivi di morte e di precarietà
6. Cercare a tutti i costi di coinvolgere amici e parenti nella loro ansia

Ipocondria
Ipocondria sintomi

Se conoscete, oppure avete un parente vicino, o un amico che manifesta questo quadro clinico, vi suggeriamo di non sdrammatizzare di fronte a loro, perché non otterrete risultati positivi. Anzi mostrare disinteresse, potrebbe solo peggiorare la situazione.

Atteggiamenti dell’ipocondriaco

La persona che soffre di ipocondria, è tendenzialmente molto attenta al proprio corpo, in particolari ai sintomi che può manifestare. Tutto questo si protrae fino a quando non avrà trovato anche un banalissimo disturbo, che può essere anche un dolore in qualche parte del suo corpo.

Da qui in poi, si innesca un meccanismo, che potremmo definire come un circolo vizioso, dove sono presenti pensieri ossessivi sulla presunta malattia che potrebbe avere, con la convinzione di essere affetto da una grave patologia anche mortale.

Il malato, non si rende conto della sua ansia, che involontariamente, trasmette anche a terze persone, come un genitore, un amico o il proprio compagno o compagna. Da questo momento, iniziano i viaggi nei vari reparti ospedalieri, controlli medici ed esami che attestino la loro malattia.

L’ipocondriaco e il medico

L’ipocondriaco, anche se comprende di avere un disagio psicologico alla base di tutto questo, non dirà mai ad un medico di aver paura delle malattie. Fin tanto che tenderà a non riconoscere i risultati clinici, incolperà il personale medico.

Di fronte ad una persona che ha paura delle malattie, il problema non si risolve rassicurandolo di non averne. Se analizziamo dal punto di vista tale disturbo, possiamo confermare che alla base dell’ipocondria, vi è una grande necessità di attirare attenzione, perché è proprio da li, che si generano questi mostri.

L’ipocondria è un disturbo di natura psicologica, e solo attraverso delle sedute di psicoterapia, che si può guarire da essa. Di certo non saranno le visite mediche ed i controlli ospedalieri a risolvere la patologia. Questo perché, una volta assicurato l’ipocondriaco di non avere nulla, nella sua mente subentreranno nuove preoccupazioni.

Come guarire dall’ipocondria

Per poter guarire dalla paura delle malattie, ovvero dall’ipocondria, è necessario un supporto medico ed un terapia psicologica adeguata e mirata. Tale terapia generalmente si basa su la psicoterapia cognitivo-comportamentale e la psicoeducazione familiare e nei casi più severi, la somministrazione di psicofarmaci.

L’obiettivo da raggiungere mediante le terapia psicologiche, è quello di far comprendere in maniera graduale, l’infondatezza delle proprie preoccupazioni e del timore delle malattie. Se il medico lo riterrà opportuno, al paziente verrà consigliata la somministrazione di psicofarmaci antidepressivi, ed inibitori della ricaptazione della serotonina.

Le forme lievi di ipocondria, possono essere trattate anche con rimedi del tutto naturali, che noi consigliamo sempre prima di intraprendere un trattamento farmacologico. La passiflora e la valeriana ad esempio, svolgono un’azione calmante, mentre la melissa ha una buona azione sedativa. Il tiglio, la camomilla che tutti noi conosciamo, i fiori di Bach, il magnesio ed il biancospino, favoriscono il rilassamento.

About Alessandro Rivale

Mi chiamo Alessandro Rivale, Ricercatore indipendente in campo cure e rimedi naturali. Gestisco Depurarsi.com e gestisco il network di Curarsi al naturale.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *