depurarsi-in-modo-naturale

Kestine antistaminico: cosa serve e antistaminici naturali

Quando arriva la primavera, molti iniziano ad affrontare il problema, senza dubbio serio, delle allergie. Tra i sintomi più frequenti di questa condizione troviamo la rinite allergica ma anche l’orticaria. In entrambi i casi parliamo di situazioni che possono creare dei problemi molto seri, anche solo a livello psicologico.

Gli starnuti e il naso gocciolante non fanno certo piacere. Lo stesso vale per il prurito continuo. Come evitare questi fastidiosi effetti? Tra le soluzioni più efficaci ci sono gli antistaminici. Hai sentito dire spesso che questi farmaci provocano eccessivi effetti di sonnolenza e effetti collaterali? Oggi vogliamo farti ricredere approfondendo le caratteristiche di un medicinale che, invece, non provoca alcun tipo di problema di questo genere.

In questo articolo vedremo come usare e se conviene usare Kestine in caso di allergie come per esempio quella alle Graminacee e quali antistaminici naturali prendere in alternativa.

Di cosa si tratta? Di Kestine antistaminico. Se vuoi sapere qualcosa di più sulle sue peculiarità, seguici nelle prossime righe!

A cosa serve Kestine antistaminico?

Come dice il nome stesso, Kestine antistaminico è un medicinale che serve ad affrontare i sintomi delle allergie, per esempio i frequenti raffreddori e le mucose infiammate. Kestine, inoltre, è utile anche contro l’istamina.

Per quanto riguarda il primo aspetto, ossia l’azione antistaminica, è il caso di dire qualcosa. Siccome vogliamo approfondire la situazione e renderla più chiaro, ricordiamo che l’istamina è una sostanza prodotta dal nostro corpo quando si accorge della presenza di un allergene. Nello specifico, l’istamina è un mediatore chimico. Il nostro corpo, contiene la suddetta sostanza in alcune delle sue cellule, che hanno come principale scopo la regolazione della risposta allergica.

Per scatenare la produzione di istamina da parte del corpo, è necessario che l’organismo entri in contatto con un allergene e che, in qualche modo, si metta in allerta. Se i livelli di istamina sono particolarmente alti, il corpo può quini vivere delle reazioni allergiche. Per tenerle sotto controllo, si ricorre appunto agli antistaminici come Kestine. In questo caso, il principio attivo del farmaco è l’ebastina.

Come funziona Kestine?

Kestine

Kestine

ll funzionamento di Kestine è profondamente legato al suo principio attivo, ossia l’ebastina. Questa sostanza è nota anche come antagonista dei recettori H1.

Come già detto, si contraddistingue per effetti molto blandi sul sistema nervoso centrale. Questo, in poche parole, significa che non provoca sonnolenza.

Effetti collaterali e controindicazioni

Tra gli effetti collaterali più frequenti in chi assume Kestine antistaminico è possibile ricordare la nausea e il mal di testa. Cosa dire, invece, delle controindicazioni? Che la principale è la giovane età del paziente. Il farmaco, infatti, non deve essere somministrato a bambini sotto i 12 anni.

L’assunzione di Kestine dovrebbe essere evitata anche in caso di insufficienza renale ed epatica e di allergia all’ebastina o a qualsiasi altra sostanza presente nella formulazione.

Dosaggio

Prima di entrare nello specifico di tutto quello che riguarda i dosaggi, ricordiamo che Kestine è commercializzato sotto forma di compresse e di polvere. A seconda della situazione in cui ci si trova -uso domestico o assunzione mentre si è fuori casa – può essere utile scegliere una o l’altra alternativa.

Le indicazioni riguardanti il dosaggio variano a seconda del sintomo da curare. In caso di rinite allergica, per esempio, bastano 10 mg al giorno.

Prezzo

Il prezzo di Kestine antistaminico può cambiare a seconda della formulazione, delle dosi e di dove si acquista il farmaco, soggetto a prescrizioe medica. In generale, si va dai 10 ai 20 euro.

Antistaminici naturali

Come poco fa ricordato, Kestine antistaminico ha effetti collaterali molto blandi. Nonostante questo, può esserci qualcuno intenzionato a conoscere anche le sue alternative naturali, generalmente prive di effetti collaterali. Ecco le principali.

Vitamina C

L’acido ascorbico è considerato uno dei migliori antistaminici naturali. Si trova in fragole, spinaci, limoni e pompelmi e, come forse saprai, aiuta tantissimo a tenere sotto controllo l’azione dei radicali liberi.

Flavonoidi

I flavonoidi, in particolare la quercitina, aiutano l’organismo a tenere sotto controllo il rilascio di istamina. Tra le migliori fonti di quercitina è possibile trovare gli agrumi, ma anche le cipolle, le mele e i legumi.

Omega 3

A questi grassi buoni va anche riconosciuta la capacità di modulare la risposta dell’organismo in caso di allergia. Come ben si sa, fanno molto bene al cuore e tengono sotto controllo il colesterolo cattivo LDL. Si possono trovare in pesci come il salmone, ma anche nei semi di canapa e nell’olio di semi di lino.

Ribes nero

Questa pianta piena di virtù riesce anche a tenere sotto controllo l’azione dell’istamina. Ricco di vitamina C, aiuta a prevenire invecchiamento precoce e tumori.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...