depurarsi-in-modo-naturale

Metalli pesanti negli alimenti: come difendersi

Conoscere il rischio di trovare i metalli pesanti negli alimenti che mettiamo sulla nostra tavola ci può aiutare a evitarlo

I veicoli tramite cui, nella vita quotidiana, possiamo venire in contatto con sostanze pericolose come i metalli pesanti sono molteplici: in primo luogo il fumo delle sigarette (forse il peggiore vettore di piombo e cadmio) e anche l’inquinamento urbano e industriale.

Sappiamo come le possibili conseguenze dell’eccessiva presenza di queste sostanze nel nostro organismo possano essere molto problematiche e come sia importante evitare di entrarne in contatto.

Per questo motivo è anche importante sapere come sia possibile trovare i metalli pesanti negli alimenti che ogni giorno vanno a comporre il nostro regime alimentare: molto spesso non conosciamo la provenienza o i metodi utilizzati per coltivare il cibo che andiamo a consumare.

metalli pesanti negli alimenti

I metalli pesanti negli alimenti: i sistemi di coltivazione e il rischio acqua

Mettere sempre sulla nostra tavola frutta e verdura è di sicuro un’abitudine sana e utile per conservare al meglio il nostro stato di salute: ma quante informazioni conosciamo sul processo tramite cui questi alimenti sono coltivati e confezionati? Spesso, quasi nulla.

Nel caso dei metalli pesanti negli alimenti diventa invece importante capire da dove si origina il cibo che consumiamo e come viene trattato: infatti l’utilizzo di fertilizzanti chimici e di potenti pesticidi (tipico della coltivazione industriale su larga scala) espone frutta e verdura a un alto rischio di inquinamento da metalli pesanti.

E importante è anche il capitolo irrigazione: l‘acqua è di vitale importanza per le coltivazioni, ma se le falde acquifere sono contaminate da metalli pesanti diventa evidente come il rischio di inquinamento sia sempre più alto.

Leggi anche : 

Come difendersi in tavola

Conoscere la provenienza e il tipo di coltivazione utilizzata per la frutta e la verdura che consumiamo è il primo passo per ridurre al minimo il rischio di assumere metalli pesanti negli alimenti.

La frutta e la verdura fresca sono importantissimi per mantenere in efficienza il sistema di smaltimento delle tossine e dei metalli pesanti, per cui largo diamo largo spazio a questi alimenti, scegliendoli possibilmente da coltivazioni che non utilizzino pesticidi e fertilizzanti chimici e di cui è possibile controllare i sistemi produttivi.

Potrebbe essere una buona occasione per conoscere i piccoli coltivatori a pochi chilometri da casa nostra (è una realtà che va diffondendosi sempre di più) in grado di garantire prodotti coltivati naturalmente e di ottimo sapore: cibi freschi e di stagione diventeranno il piatto forte della nostra dieta.

Per chi soffre di intolleranza o allergia al nichel abbiamo creato un articolo sugli alimenti che contengono nichel che potrà essere sicuramente utile.

Depurarsi a tavola e non solo

Non dimentichiamo poi che, data l’impossibilità di evitare qualsiasi contatto con i metalli pesanti e altre sostanze inquinanti, diventa importante mantenere efficace il nostro sistema di depurazione dalle tossine: esistono alimenti come il coriandolo o il limone che ci possono essere molto utili in questa battaglia e conoscere le diverse tecniche di depurazione dell’organismo può aiutarci a combattere un nemico insidioso per la nostra salute.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...