depurarsi-in-modo-naturale

Nurofen sciroppo: cosa serve, dosaggio bambini e adulti, effetti collaterali

Se sei qui, molto probabilmente vuoi sapere qualcosa di più in merito a Nurofen, che puoi trovare in farmacia sotto forma di sciroppo, compresse e supposte per bambini. Quasi di sicuro hai un bambino e, dopo averlo portato dal pediatra per via di un po’ di febbre, ti trovi con in mano la prescrizione di questo farmaco.

Per aiutarti a capire qualcosa di più, abbiamo creato una guida completa sul farmaco Nurofen con le risposte alle domande più importanti.

Cosa serve

Nurofen sciroppo è un farmaco commercializzato sotto forma di sospensione orale al gusto di arancia e di fragola. Il presidio in questione contiene ibuprofene. Ciò significa che Nurofen serve per tenere sotto controllo i sintomi della febbre e le manifestazioni di dolore lieve o moderato.

Il farmaco appartiene alla classe dei FANS, ossia gli antinfiammatori non steroidei.

Componenti

Quando si parla di Nurofen sciroppo e si approfondisce in particolare la questione dei componenti, è inevitabile cercare informazioni sull’ibuprofene. Questo principio attivo è considerato uno dei FANS più sicuri che esistano.

Di base viene ben tollerato. In alcuni casi, però, possono manifestarsi effetti collaterali dei quali parleremo più tardi.

Dosaggio per adulti e bambini

Approfondire le caratteristiche di Nurofen sciroppo vuol dire, per forza di cose, prendere in esame anche i dosaggi. Iniziamo da quello per gli adulti. Nel caso dei pazienti dopo i 12 anni, si consiglia di non superare i 1200 mg al giorno.

Cosa dire invece dei bambini? Qui il discorso si fa un pochino più articolato. Nel caso i piccoli pazienti in piena età pediatrica, bisogna ricordare che spetta al pediatra dare indicazioni specifiche in merito ai dosaggi. Per stabilirli, si basa su indicatori come il peso e l’età del bambino.

Per evitare effetti indesiderati, l’ideale è somministrare la dose minima per arrivare alla diminuzione della temperatura corporea. Fondamentale è anche avere le idee chiare sul numero minimo di giorni necessario a raggiungere la completa guarigione.

Il principale segnale al proposito è la fine della sintomatologia febbrile. In generale, quando si parla di dosaggi Nurofen sciroppo è bene ricordare che la scelta ottimale, nel caso dei bambini, è quella di somministrare dosaggi minimi per tempi brevi. Grazie a dosatori ad hoc, lo sciroppo in questione può essere somministrato senza particolari problemi anche a bambini molto piccoli e finanche a lattanti.

Quali sono le caratteristiche di questi dosatori? Ricordiamo prima di tutto che si tratta di cucchiai e siringhe. La siringa è dotata di una scala graduata. Nella confezione del farmaco è possibile trovare un foglio illustrativo con una tabella che aiuta a gestire meglio il processo di somministrzione.

Τra un’assunzione e l’altra non dovrebbero passare meno di otto ore. In linea di massima, non si dovrebbero superare le tre somministrazioni al giorno. Nei casi in cui il bambino dovesse manifestare episodi di vomito, la prima cosa da fare è consultare il medico.

In questi frangenti, capita spesso che il medico di fiducia consigli di passare alla supposta. Optando per questa alternativa, infatti, si fa in modo che il principio attivo non agisca sul tratto gastrointestinale. Si riesce così a garantire il suo assorbimento anche in caso di vomito.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali del Nurofen sciroppo possono essere diversi. In primo piano troviamo reazioni di ipersensibilità come l’orticaria. In alcuni casi, si possono manifestare anche dermatiti bollose ed esfoliative.

Nel novero degli effetti avversi Nurofen sciroppo, è possibile ricordare alcune reazioni allergiche anche gravi, i cui sintomi possono riguardare il gonfiore del viso, la dispnea e la tachicardia. Da specificare è anche la possibilità di andare incontro a dolori addominali o nausea. In casi particolarmente gravi, si assiste a vere e proprie ulcere peptiche e ad emoraggie gastrointestinali.

Cosa si può dire sui possibili effetti indesiderati in gravidanza e in allattamento? La prima cosa da specificare è che se si ha una gravidanza in corso o se si sta pianificando di avere un bambino bisogna chiedere consiglio al medico di fiducia prima di assumere il farmaco.

In generale, salvo prescrizione medica, è bene evitare di assumere il medicinale nei primi sei mesi di gestazione. Per quanto riguarda il periodo dell’allattamento, ricordiamo che il farmaco passa in parte nel latte materno. Ecco perché è il caso di prenderlo solo se è strettamente necessario e per tempi molto brevi.

Prezzo

Nurofen prezzo

Nurofen prezzo

Il prezzo del Nurofen sciroppo – confezione da 150 ml – è di 8,60 euro a prescindere dall’aroma.

  • Sciroppo per bambini 9,99 euro
  • Nurofen compresse per influenza e raffreddore 6,80 euro
  • Neurofenelle per dolori mestruali 6,60 euro

Il farmaco è commercializzato da Reckitt Benckiser Healthcare International Ltd.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...