depurarsi-in-modo-naturale

Prostata 8 sintomi da non trascurare (e cosa fare)

I problemi alla prostata, in special modo i tumori, riguardano tutti gli uomini. In alcuni casi, possono rivelarsi anche fatali. Ecco perché è fondamentale agire di prevenzione e riconoscere i sintomi che possono rivelare problemi. Prostata sintomi da non sottovalutare, ecco di cosa parleremo in questo articolo.

Se vuoi sapere qualcosa di più in merito, seguici nelle prossime righe e scopri la guida che abbiamo creato sul tema.

Problemi alla prostata: quali sono i principali?

Prima di entrare nel vivo dei sintomi che possono rappresentare il segnale di un problema alla prostata, è il caso di parlare dei principali problemi che possono riguarda questa ghiandola. Si può parlare di preciso di

Per evitare pericoli per la salute, è necessario iniziare a effettuare controlli attorno ai 45 anni. Se in famiglia c’è stato un caso di tumore alla prostata, i controlli periodici andrebbero iniziati a 40 anni. L’ipertrofia prostatica benigna si manifesta con uno stimolo frequente a urinare e con un flusso ridotto dell’urina.

Il tumore, condizione ben più infida e pericolosa, è decisamente subdolo. Il rischio maggiore è che progredisca silenziosamente senza dare segnali. Secondo la Lilt (Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori), esistono 8 campanelli di allarme. Non si tratta di sicuri segnali di tumori, ma di manifestazioni che possono indicare un processo patologico in corso.

Prostata sintomi da non sottovalutare

prostata sintomi

prostata sintomi

Ecco quali sono:

Il tumore alla prostata, in ogni caso, rimane uno dei più diagnosticabili. Le statistiche parlano chiaro: la percentuale di sopravvivenza posta diagnosi è di circa il 60%. Quello che conta, però è la tempestività nella diagnosi, che deve essere formalizzata il prima possibile.

La dieta salva prostata

Una volta individuati i principali sintomi di malessere alla prostata, è il caso di passare in rassegna i rimedi utili per prevenire i problemi a questa ghiandola importantissima.

Anche nel caso della prostata il segreto principale è uno: la dieta. Fondamentale è includere frutta e verdura di stagione.

Ricche entrambe di antiossidanti naturali, sono essenziali per tenere sotto controllo l’attività dei radicali liberi.

Per farsi un’idea chiara del loro ruolo a livello preventivo, è sufficiente fare un paragone con i Paesi asiatici. In questa zona del mondo, l’incidenza del tumore alla prostata è molto più bassa. Non a caso, l’alimentazione è caratterizzata da un apporto minore di proteine e grassi animali.

Quali sono le sostanze più importanti per la salute della prostata?

Quando si parla di prostata e di prevenzione del tumore, è essenziale individuare alcune sostanze particolarmente importanti per la salute della ghiandola. Ecco quali sono e che caratteristiche hanno:

  • Licopene: carotenoide dalle proprietà antiossidanti, è famoso per come riesce a prevenire i danni alle cellule causati dai radicali liberi. Lo troviamo soprattutto nei pomodori.
  • Vitamina D: caratterizzata da un’importante azione antitumorale, questa sostanza è in grado di bloccare le cellule malate. Agisce in particolare sull’angiogenesi, ovverosia la proliferazione dei vasi ematici attorno alla massa neoplastica. Dove possiamo trovarla? Nel latte, nelle uova, nei funghi.
  • Vitamine E: questa sostanza è nota per il suo potere antiossidante. La possiamo trovare nel latte, nel mais, nei tuorli d’uovo, nel frumento, nel riso ma anche nei legumi.
  • Polifenoli: queste sostanze antiossidanti abbondano nel the verde (scopri qui le sue proprietà)
  • Isoflavonoidi: anche in questo caso abbiamo a che fare con antiossidanti fondamentali per la lotta contro i radicali liberi. Si possono trovare nel the verde, ma anche nella soia.
  • Selenio: questo microelemento ricopre un ruolo essenziale nella lotta contro i radicali liberi. Lo possiamo trovare nelle carni rosse, nel fegato, nelle uova, nel lievito di birra, nel riso integrale.
  • Zinco: sostanza importantissima per la salute della prostata, interviene in numerosi passaggi del metabolismo cellulare. Lo troviamo in diversi alimenti, dai legumi al tuorlo d’uovo.

Prostata: Cibi da eliminare

Per prendersi cura al meglio della salute della prostata, è necessario eliminare alcuni cibi. Quali di preciso? In primo piano troviamo senza dubbio gli alcolici. Gli appassionati di digestivi, possono sostituirli con bevande analcoliche.

Da abbandonare sono anche gli energy dink, il caffè e il the nero, le spezie piccanti. Per gestire al meglio la prevenzione delle patologie della prostata, è consigliabile anche smettere di fumare. Fondamentale, inoltre, è dire addio alla vita sedentaria.

Anche mezz’ora di movimento al giorno può giovare. Un altro consiglio utile è quello di eliminare il cioccolato.

Molto meglio consumare spuntini sani e poveri di zuccheri. Per alcuni queste abitudini possono apparire eccessive e poco piacevoli da seguire. Sono però molto importanti per la salute. Ecco perché si consiglia di adottarle da giovani, onde evitare di incontrare problemi in età adulta e avanzata.

Farmaci per problemi alla prostata

Ci sono vari farmaci e rimedi per combattere e lenire i sintomi da problemi alla prostata. Te ne elenco alcuni, puoi cliccare su ognuno per saperne di più:

5 cibi salva prostata

Concludiamo dando qualche consiglio specifico sui cibi migliori per la salute della prostata. Ne selezioniamo cinque, ossia

Assumerli, anche in uno stesso pasto, è un vero e proprio elisir di salute. Questi cibi, infatti, contengono delle molecole attive che, unite assieme, sono in grado di agire come farmaci senza procurare effetti collaterali.

I loro effetti benefici sono stati portati alla luce da diversi studi. Uno di questi è stato effettuato su un campione di topi da parte di un’equipe di studi attiva presso l’Università del Texas ad Austin.

Sotto la lente degli studiosi sono finiti più di 140 composti di origine naturale. Tra questi si sono rivelati particolarmente efficaci

    • L‘acido ursolico, contenuto nella buccia delle mele ma anche nel rosmarino
    • La curcumina, ossia il principio attivo della curcuma (ecco dove si compra la Curcumina)
Curcumina Santè - 90 Capsule
Pura Curcumina naturale in capsule vegetali da 450 mg. Solo Curcumina titolata al 95%.

Voto medio su 28 recensioni: Da non perdere

€ 31

  • Il resveratrolo, antiossidante presente nell’uva rossa

Tutte sostanze caratterizzate da proprietà antitumorali, riescono a inibire la proliferazione delle cellule senza provocare tossicità.

Fondamentale è ricordare che questi principi attivi lavorano in meglio se in sinergia tra loro. Combinandole, infatti, è possibile impedire alle cellule tumorali di nutrirsi con l’amminoacido glutammina, una sostanza fondamentale per la proliferazione delle masse neoplastiche.

Queste scoperte, aprono senza dubbio degli scenari importanti per quanto riguarda le terapie preventive del tumore alla prostata.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *