depurarsi-in-modo-naturale

Ragazzo di 19 anni muore dopo aver sniffato deodorante

Una nuova e pericolosa moda sta investendo il mondo dei giovanissimi. I medici di Bmj hanno infatti lanciato l’allarme relativo a un nuovo tipo di sballo, ossia quello di sniffare deodorante.

Morto un ragazzo di 19 anni in Olanda

Il pericolosissimo trend ha fatto una vittima in Olanda. A perdere la vita è stato un ragazzo di 19 anni. Purtroppo il fenomeno è diffuso. Nei soli Stati Uniti, l’abitudine di sballarsi sniffando prodotti per la casa, dai deodoranti alle lacche per capelli, causa più di 120 morti ogni anno.

Nel caso specifico del ragazzo olandese, si parla di una vittima con alle spalle un passato di tossicodipendenza e di abuso di cannabis e ketamina. Dopo un periodo in comunità, il giovane ha avuto una ricaduta.

Desideroso di stordirsi, ha inalato lo spray del deodorante dopo essersi messo in testo un asciugamano. In seguito a una breve fase di iperattività, è andato in arresto cardiaco ed è collassato.

A nulla sono valsi l’intervento dei medici soccorritori e ben 6 tentativi di rianimazione tramite il defibrillatore. Dopo un periodo in coma indotto, il giovane ha perso la vita. I casi di arresto cardiaco successivi all’inalazione di sostanze volatili sono descritti in letteratura medica da più di 40 anni.

Il primo caso di morte per aver sniffato lo spray di un deodorante risale al 1975. La principale causa dei decessi è il butano. Questa sostanza è in grado di attraversare facilmente la barriera emato-encefalica.

Come ricordato dai medici, l’abuso di sostanze volatili è una delle principali formule di sballo in voga negli ultimi tempi. Il rischio, come dimostra questo caso, è particolarmente alto nei giovani che hanno alle spalle una storia di dipendenza.

Questa categoria di soggetti, tende infatti a ricorrere alle sostanze volatili quando si trova in condizioni di astinenza da sostanze stupefacenti come cocaina, ketamina e cannabis.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *