Depurarsi in modo naturale

Respirazione yoga: come effettuarla al meglio e benefici

Al giorno d’oggi, siamo sempre più stressati a causa della frenesia e degli impegni quotidiani. Lo yoga è una soluzione economica e semplice che permette di tenere sotto controllo le conseguenze di questo stile di vita. Non sempre è necessario frequentare un corsi per imparare qualcosa sulle posizioni e sulla respirazione yoga.

Per una pratica semplice ma efficace, basta seguire alcuni consigli come quelli che stiamo per elencare nella guida che abbiamo preparato per voi e che, con parole chiare, spiega qualcosa di più su un argomento complesso come la respirazione yogica.

Ecco un’immagine che riassume perfettamente come si fa la respirazione yogica completa.

respirazione yogica completa

respirazione yogica completa (ph by yoganride.com)

Cosa è la Respirazione yoga

La respirazione yoga (o respirazione yogica) è una pratica profondamente legata all’esecuzione delle posizioni. Da millenni ormai, i maestri della disciplina praticano la respirazione in maniera molto diversa da quella che noi prendiamo in considerazione ogni giorno.

Per capire meglio la situazione, ti invitiamo un attimo a quello che tu intendi come respiro. Quasi sicuramente, ti sarà venuta in testa l’immagine dello scambio di sostanze gassose tra il corpo e l’ambiente circostante.

Leggi l’articolo che riguarda le posizioni Yoga da fare in due

A livello fisico, tutto questo è verissimo. Per comprendere cosa si intende per respirazione yoga, è necessario ricordare che, secondo le regole di questa antichissima disciplina, quando si respira si concretizza un assorbimento di energia vitale, nota come prana.

Questa parola, in sanscrito, significa sia respirazione sia vita. Da questi pochi concetti, è facile comprendere che, per chi pratica yoga, la respirazione riveste una grande importanza.

Quando si parla di respirazione yoga, è bene ricordare che esistono diverse tecniche che consentono di tenere sotto controllo l’atto del respiro. Esse sono mirate a migliorare l’energia vitale della singola persona. Il complesso delle tecniche di respirazione yoga è noto come pranayama.

Ecco un video pratico che ci insegna a mettere in pratica la Respirazione yogica completa

Benefici dello Yoga

I benefici della respirazione yogica completa sono numerosi. Prima di inquadrarli, è il caso di ricordare che, in generale, molte persone respirano in modo sbagliato.

I polmoni, infatti, non vengono usati al massimo delle loro potenzialità, il che porta all’accumulo di aria stantia. Molti non lo sanno, ma questa abitudine può provocare, a lungo andare, l’aumento di stress.

Quando la respirazione è troppo veloce, inoltre, è più difficile ossigenare il sangue. Anche questo è molto pericoloso, in quanto porta all’accumulo di tossine.

Respirando correttamente, quindi, si possono apprezzare dei miglioramenti concreti sia dal punto di vista fisico, sia per quanto riguarda la calma interiore.

Oltre ai benefici sopra ricordati, bisogna citare anche la possibilità di rinforzare i muscoli. In che modo il loro tono è collegato con la respirazione?

Tutto, in questo caso, riporta al sangue, fondamentale per nutrire i tessuti del corpo e, di conseguenza, anche i muscoli.

Video corso Online di Yoga

Ti consigliamo questo ottimo video corso Online di Yoga con accesso gratuito delle prime lezioni


Respirazione Yoga Consigli pratici

Dopo questa introduzione, parliamo di qualche consiglio pratico per eseguire al meglio la respirazione yogica.

La prima cosa da ricordare al proposito è che gli esercizi più semplici prevedono la respirazione esclusiva dal naso. Non sempre, ribadiamo, è così.

Esistono infatti alcuni esercizi, molto avanzati, che richiedono anche di respirare dalla bocca. Come già ricordato, si tratta di esercizi per esperti. In questo articolo, trattiamo soltanto consigli per chi vuole fare yoga base.

Il consiglio, quindi, è di continuare a leggere considerando la respirazione con il naso come il principale, per non dire unico, punto di riferimento.

Meditazione guidata video Yoga

Goditi questa meditazione guidata della durata di ben 26 minuti, molto rilassante e benefica

Collegandoci a quanto detto, ricordiamo che, per molti, il modo corretto di respirare consiste nell’espirare con il naso e nell’espirare con la bocca.

Quasi sicuramente penserai anche tu che questa sia la procedura giusta. Non è affatto così. Comprendere questo aspetto è fondamentale se si vuole fare bene yoga base.

Questa disciplina, prevede che si faccia sia espirazione, sia inspirazione con il naso. Per quale motivo? A questa domanda si risponde con diversi punti.

  • L’aria contiene delle particelle che, se arrivano ai polmoni, possono creare dei danni. Inspirando ed espirando con il naso, si evita questo problema e si permette ai peli delle narici di filtrare il tutto.
  • Quando si inspira ed espira con il naso, si riscalda e umidifica l’aria, il che fa molto bene ai polmoni.
  • In questi casi, si rallenta la respirazione, dal momento che si inspira ed espira da due aperture molto piccole, ossia le narici.

Le regole appena ricordate devono essere applicate solo nello yoga. Le altre discipline sono infatti diverse ed è consigliabile non stravolgere le regole.

Respirazione yoga contro l’ansia e lo stress

La respirazione yoga è molto utile contro sintomi di ansia e di stress. Deve essere il più lontano possibile dalla respirazione affannosa tipica della corsa o dei lavori pesanti.

Quando si fa yoga base, bisogna dimenticare totalmente questo approccio e respirare il più lentamente possibile. Una regola importante consiste nell’effettuare una respirazione completa. Vediamo il ciclo.

Inizia tutto con l’inspirazione, durante la quale sia il diaframma, sia i muscoli intercostali si contraggono. Si espandono sia il torace, sia l’addome. In virtù della contrazione del diaframma, i polmoni possono guadagnare volume.

Cosa succede, invece, durante l’espirazione? Il diaframma si rilassa, rialzandosi per tornare nella sua posizione originaria, ossia tra i polmoni e lo stomaco.

I muscoli intercostali si rilassano, si riduce il volume della gabbia toracica e si espelle l’aria. Per concludere, ricordiamo che è essenziale non trattenere mai il respiro quando si eseguono le varie posizioni, anche se la cosa può non risultare facile.


VOTA L'ARTICOLO
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(1 voti - media: 10,00 su 10)


Non hai trovato le informazioni che volevi?

CERCA NEL SITO





Leave a Reply

Guida Gratis sui Cibi Disintossicanti. Clicca qui e scaricala subito!


Seguici su Facebook. Iscriviti per restare sempre informato!