depurarsi-in-modo-naturale

Sfinci siciliani: ricetta originale e ingredienti

Dopo la ricetta del pane cunzato parliamo di un’altra ricetta siciliana, gli sfinzi siciliani da non confondere la Sfince di San Giuseppe.

Stupire i propri ospiti con piatti tipici della cucina italiana è il desiderio di chiunque ami stare ai fornelli. Se sei qui, significa che anche tu vuoi sapere qualcosa di più in merito. Perfetto! Non ti resta che seguirci alla scoperta della ricetta degli sfinci siciliani, che tra l’altro si possono preparare anche con il Bimby.

Prepararli è un’ottima idea per accogliere a cena un amico di origine siciliana, ma anche per stupire durante un incontro galante. Quando si parla di fritto, infatti, si va quasi sempre sul sicuro!

Ora però bando alle chiacchiere: il momento di scoprire la ricetta di questa specialità della Trinacria!

Cosa sono gli Sfinzi Siciliani

Sfinzi Siciliani

Sfinzi Siciliani

Gli sfinci siciliani sono una straordinaria testimonianza di come l’isola sia un vero paradiso per chi ama il fritto!

Consumati soprattutto durante le feste, gli sfinci siciliani sono bocconcini di pasta lievitata fritti in olio bollente e caratterizzati dalla presenza di uvetta passa. Il loro nome deriva dal termine latino spongia, che si può tradurre con spugna. Come è chiaro, si tratta di un nome legato alla forma irregolare di questi bocconcini estremament morbidi. A renderli ancora più gustosi, ci pensa lo zucchero al velo.

Trattandosi di una ricetta popolare, è bene ricordare che si può preparare prendendo come riferimento diverse varianti, alcune delle quali prevedono l’aggiunta di patate bollite nell’impasto.

Nelle prossime righe, puoi trovare la ricetta di una versione molto semplice, contraddistinta da un impasto a base di acqua, zucchero e farina.

Ricetta degli sfinci siciliani

Qui sotto, puoi trovare la ricetta degli sfinci siciliani che abbiamo scelto per te.

Ingredienti

  • 60 grammi circa di zucchero
  • 5 grammi di lievito di birra secco
  • 500 grammi di farina tipo 00
  • 1/2 litro di acqua tiepida
  • un pizzico di sale fino
  • un etto di uva sultanina secca

Per friggere, si può utilizzare circa un litro di olio di semi. Ah, ovviamente bisogna poi cospargere il tutto con zucchero a velo!

Svolgimento

La preparazione degli sfinci siciliani inizia sciacquano l’uva sultanina, che deve essere poi lasciata in ammollo in acqua per circa dieci minuti. Nel frattempo, bisogna versare mezzo litro di acqua tiepida in una ciotola, aggiungendo lo zucchero semolato.

Il passo successivo, consiste nell’unire il lievito e nello sbattere tutto con una frusta, continuando fino a quando zucchero e lievito non risultano sciolti. In un altro contenitore a parte, bisogna setacciare la farina.

Successivamente, va aggiunta al composto di zucchero, lievito e acqua, mescolando il tutto ocn una frusta per aggiungere infine il sale.

Si continua sbattendo fino a ottenere una pastella liscia. Subito dopo, si versa l’uva sultanina nel composto. A questo punto, bisogna mescolare fino a incorporarla alla perfezione. Una volta raggiunto questo risultato, si copre il composto con della pellicola trasparente.

Bisogna poi lasciare lievitare per circa 5 ore a forno spento, lasciando la luce accesa. Una volta trascorso questo lasso di tempo, ci si accorgerà che il volume è raddoppiato e che si sono formate delle bollicine.

L’impasto a questo punto va ripreso mescolandolo con una spatola. Si procede poi versando olio di semi in un tegame e portandolo alla temperatura di 170°C. Aiutandosi con dei cucchiai, bisogna poi far scivolare dei pezzi di impasto nell’olio bollente, cuocendoli per 3/4 minuti.

A questo punto, si possono scolare gli sfinci siciliani dall’olio in eccesso e farli rotolare nello zucchero semolato. Attenzione: vanno serviti ancora caldi!

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *