depurarsi-in-modo-naturale

Tachipirina in gravidanza: si può prendere?

Tachipirina in gravidanza

Quando si affrontano i nove mesi di gestazione, ci si fanno tantissime domande. Molte di queste riguardano i medicinali che si possono assumere durante la gravidanza. Se sei qui, senza dubbio ti sarai posta almeno una volta domande in merito alla possibilità di assumere la Tachipirina in gravidanza. Su questo tema, si dicono tantissime cose. Per aiutarti a chiarire e idee in merito, abbiamo preparato una guida sul tema.

La puoi trovare nelle prossime righe. Prima ancora, come puoi vedere, c’è un indice. Grazie ad esso, potrai scegliere le tematiche che ti interessano di più e approfondirle.

Cos’è la Tachipirina?

La Tachipirina è un farmaco che ha come principio attivo il paracetamolo. Viene utilizzato per curare la febbre e per eliminare situazioni di dolore non grave. Indicata anche in caso di influenza e mal di testa, può essere assunta tramite gocce e compresse, ma anche tramite supposte compresse effervescenti.

La Tachipirina può provocare l’aborto?

Fino ad ora, nessuno studio scientifico ha evidenziato il rischio di aborto spontaneo quando si assume la Tachipirina in gravidanza. Da ricordare, però, è che chi prende questo farmaco durante la seconda metà della gestazione aumenta il rischio di respiro affannoso nel neonato.

Tachipirina in gravidanza e sviluppo del cervello del bambino

Tachipirina in gravidanza

Tachipirina in gravidanza

Quando si parla di Tachipirina in gravidanza, capita spesso di chiamare in causa gli effetti che questo farmaco può avere sullo sviluppo del cervello del bambino. A questo proposito, non è il caso di preoccuparsi.

Per quale motivo? Ad aiutarci ci pensano diverse ricerche che, nel corso del tempo, hanno analizzato i casi di madri che hanno assunto la Tachipirina in gravidanza/allattamento. I risultati osservati 3/4 anni dopo sono stati molto positivi. I bambini coinvolti, infatti, non avevano alcun problema a livello cerebrale.

Da ricordare, inoltre, è che non esiste alcuna relazione causa – effetto tra la Tachipirina in gravidanza e la sindrome di iperattività nei bambini.

Dosaggi Tachipirina in gravidanza

La Tachipirina in gravidanza, quindi, non è affatto pericolosa. Fondamentale, però, è rispettare dosaggi specifici. In generale, si consiglia di non eccedere dai 3 grammi giornalieri. Molto importante è controllare gli ingredienti di altri farmaci, in quanto il paracetamolo è presente come componente anche in altri medicinali.

Se si eccede con i dosaggi, il rischio è quello di provocare danni al fegato e ai reni. Nei casi più gravi, il sovradosaggio di Tachipirina può provocare anemia sia alla futura mamma, sia al nascituro.

Quando evitare la Tachipirina in gravidanza

Esistono dei casi specifici per i quali non è consigliata l’assunzione di tachipirina. In questo novero, è possibile includere i problemi di fegato. In casi del genere, è consigliabile consultare i proprio medico curante.

Tachipirina e problemi di fertilità

Parliamo ora dei futuri papà. Per chi vuole fare un figlio, assumere la Tachipirina comporta un rischio di infertilità? Assolutamente no.

Tachipirina e allattamento

Concludiamo parlando del rapporto tra Tachipirina e allattamento. In generale, nel latte materno passa una quantità minima di farmaco. Per dare un parametro, ricordiamo che le quantità sono inferiori rispetto a quelle che, in caso di problemi di salute, vengono prescritte dal pediatra.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *