depurarsi-in-modo-naturale

UK: il ministero della Salute sprona le aziende a fare di più per la salute dei cittadini

Il Ministero della Salute britannico ha varato un piano avente l’obiettivo di invitare le aziende a fare di più per la salute dei dipendenti. L’iniziativa comprende diverse richieste, come per esempio quella di fornire ai dipendenti uno snack a base di frutta ogni giorno gratuitamente. Si pone l’accento anche sul movimento fisico, con l’invito a fornire biciclette in prestito, che possano essere utilizzate dai dipendenti per recarsi in ufficio.

salute

Un’iniziativa lodevole con dei precedenti

Non è la prima volta che, dal Ministero della Salute britannico, arrivano esortazioni alle aziende private affinché si occupino maggiormente del benessere della propria forza lavoro. Non più tardi di qualche mese fa, le aziende sono state infatti invitate a installare standing desk, ossia scrivanie alle quali si possa lavorare rimanendo in piedi.

Forse non tutti sanno che, lavorando in piedi invece che seduti, si consumano circa 50 calorie all’ora. Facendo due conti, in una settimana lavorativa si arriverebbe a consumare fino a 750 calorie.

Come ricordato dai rappresentanti del ministero, il messaggio vuole focalizzarsi sul fatto che il movimento è salute. Alla luce di questo aspetto, viene naturale invitare le aziende a occuparsi maggiormente del benessere dei propri dipendenti, incentivandoli per esempio ad andare al lavoro in bicicletta.

Il coinvolgimento delle imprese private ha anche motivi più profondi. Il Sistema Sanitario Nazionale UK sta infatti facendo enormi sforzi per andare avanti. Mancano medici e infermieri e si allungano tantissimo i tempi per cure e operazioni. La May ha messo in conto un aumento di 20 miliardi negli investimenti alla sanità ma, come rivelato dal Ministero stesso, si tratta solo di un modo per chiudere alcune falle.

Per questo motivo il governo spera che i privati, aziende in primis, inizino presto a fare la loro parte in maniera decisiva, alleggerendo il peso che continua a gravare su ambulatori e ospedali pubblici.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *