depurarsi-in-modo-naturale

Blefarite: sintomi, cause, terapia e cura

Cosa è la Blefarite?

La blefarite è un tipo di infiammazione cronica che interessa la zona delle palpebre.

Per le sue caratteristiche risulta particolarmente fastidiosa e invadente: si manifesta con la comparsa di squame, crosticine e irritazioni ulcerose sui bordi della palpebra.

La patologia attraversa diversi stadi. I sintomi possono essere variabili da individuo a individuo e sono più o meno gravi a seconda dei casi. Nei casi peggiori, si arriva ad accusare un’irritazione persistente che può sfociare addirittura nella deformità della palpebra e nella perdita delle ciglia dovuta ad un’alterazione della crescita ciliare.

La blefarite, se curata nell’immediato, può essere debellata nell’arco di poche settimane; in caso contrario subentra la forma cronica, con un’infiammazione più acuta e localizzata, difficile da curare in breve tempo.

Cause

Secondo alcuni studi specifici, la blefarite deriva dalla combinazione di due o più fattori.

Tra questi si ritrovano le infezioni batteriche (perlopiù dovute allo streptococco), le infezioni virali (in particolare il virus Herpes simplex), le allergie e le reazioni a determinati farmaci (reazioni allergiche a pomate e colliri), l’acne rosacea, gli acari, i pidocchi delle ciglia, la forfora e la congiuntivite allergica.

Sintomi

blefarite sintomi

blefarite sintomi

Nelle sue manifestazioni meno acute, la blefarite può presentarsi con arrossamento oculare e gonfiore alle palpebre. Successivamente, possono comparire prurito, vista offuscata e sensazione di sabbia e pulviscolo nell’occhio.

Nei casi di blefarite acuta, si riscontra la comparsa di sintomi più evidenti e fastidiosi quali l’alterazione della cromia delle palpebre, la desquamazione della pelle, le cisti lungo il margine delle palpebre, i detriti nei film lacrimali, la secrezione lacrimale schiumosa, la formazione di crosticine lungo il bordo delle palpebre, la fotofobia e l’espulsione di secrezioni oculari giallo-verdastre, con sensazione di appicicaticcio.

Tipologie di blefarite

A seconda della gravità, la blefarite è una malattia che può manifestarsi in diverse modalità.

Blefarite ulcerativa

Se la patologia è causata da un’infezione batterica (in particolar modo da stafilococco), si parla di blefarite ulcerativa.

Blefarite squamosa o seborroica

Se le cause sono determinate da acne, forfora, rosacea o seborrea del viso, invece, si parla di blefarite squamosa o seborroica.

Blefarite iperemica

L’ultima tipologia è la blefarite iperemica, dovuta ad iperemia o ad edema palpebrale.

Diagnosi della blefarite

La blefarite è particolarmente fastidiosa ed evidente quasi da subito; per questo il medico può diagnosticarla con molta facilità.

Il primo step è l’analisi dei sintomi: quelli riscontrati dal paziente vengono confrontati con quelli riscontrati dal medico e si arriva ad una diagnosi precisa.

Se l’infiammazione potrebbe essere dovuta a cause infettive, compito del medico è il prelievo di un campione di tessuto palpebrale da analizzare con indagine citologica.

Cura e terapia della blefarite

Si è accennato in precedenza al fatto che la blefarite sia abbastanza difficile da curare nelle sue forme più acute. In realtà, anche in forme leggere può tendere a ripresentarsi a causa della sua tendenza a cronicizzarsi.

Per alleviare in maniera naturale i primi sintomi di blefarite, è consigliabile la rimozione delicata delle crosticine; facendo molta attenzione è possibile rimuoverle, almeno in parte.

Tra le cure mediche, una di quelle più utilizzate è indubbiamente l’antibiotico, prescritto dopo aver effettuato una giusta diagnosi della patologia. Mediante l’antibiotico i germi vengono allontanati e l’infezione pian piano viene debellata. Tra le cure antibiotiche, le pomate oftalmiche sono in genere quelle preferite.

Antibiotici per blefarite

  • Ofloxacina (Exocin ®): l’ofloxacina è un antibiotico appartenente alla classe dei fluorochinoloni, che può essere utilizzato per la cura della blefarite su base infettiva e della meibomite.

Nel caso in cui la blefarite sia causata da miceti, sarà compito del medico prescrivere degli appositi farmaci antimicotici da applicare per via topica.

Infine, se la malattia si presenta in forma acuta, si provvede alla somministrazione di farmaci corticosteroidi, specifici per la blefarite in stadio avanzato.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...