depurarsi-in-modo-naturale

Primo giorno di primavera 2018 equinozio

Quale è il primo giorno di primavera nel 2018? Quando cade l’equinozio di primavera nel 2018?

Il 20 marzo sarà il primo giorno di primavera! Inizia alle 23.45 ufficialmente la primavera. Ma perché l’inizio della primavera è il 20 marzo e non il 21 come è risaputo genericamente?

primo giorno di primavera

primo giorno di primavera

Ecco alcune curiosità sul giorno che aspettiamo da tutto l’anno, in particolare durante l’inverno dove la maggior parte delle persone patisce il freddo sia a livello fisico sia mentale.

E’ il 20 marzo e finalmente inizia la primavera appunto con l’equinozio di primavera, era proprio ora vero?

Alle 23.45 precise (ora italiana) del 20 marzo inizia ufficialmente la stagione della rinascita, proprio nel momento preciso in cui il Sole attraversa uno dei due punti, nella sfera celeste, in cui l’eclittica e l’equatore celeste si incontrano.

E’ il cosidetto equinozio di primavera o punto vernale (l’altro corrisponde all’equinozio d’autunno). In questo momento il Sole appare perfettamente allo zenit per un osservatore posto all’equatore, e la durata del dì sarà pari a quella della notte: 12 ore esatte.

L’equinozio di primavera il 2o marzo rimarrà tale fino al 2102. Di chi è la “colpa” di questa stranezza? Alla base di tutto c’è la riforma del calendario gregoriano, che ha tolto tre giorni bisestili ogni quattrocento anni. Con l’avvento del 2000 e la fine del secolo breve, l’equinozio di primavera è stato portato indietro di un giorno.

Miti e leggende sull’equinozio di primavera

Dopo questa curiosità sull’equinozio di primavera, parliamo di un altro aspetto che, sicuramente, desterà il tuo interesse. Per quale motivo? Perché chiamiamo in causa miti e leggende e, nello specifico, la storia di Persefone. Secondo gli antichi Greci, l’inizio della primavera coincideva con il suo ritorno dal regno degli Inferi e con la felicità della madre Demetra, dea della terra entusiasta di veder ritornare la figlia, rimasta prigioniera negli Inferi tutto l’inverno.

Tradizioni sull’inizio della primavera

L‘equinozio di primavera, per gli abitanti dell’antica Mesopotamia (oggi Iraq), coincideva con la festa del Nuovo Anno. Le tradizioni religiose locali riconoscevano nella data in questione un giorno legato al segno zodiacale dell’Ariete, il simbolo del dio Marduk. L’equinozio di primavera segnava l’inizio dell’anno anche per il calendario degli antichi Egizi e per quell0 dell’Iran.

Altre curiosità sugli equinozi

Le curiosità sull’equinozio di primavera 2018 e non solo non finiscono certo qui! Tra le altre, è il caso di ricordare anche il fatto che, il 20 marzo e nel giorno dell’equinozio d’autunno, il Sole sorge esattamente a est e tramonta esattamente a ovest. Più ci si avvicina al solstizio d’estate, più il sole si sposta verso nord-ovest quando tramonta e verso nord-est quando sorge. Un’altra stranezza da citare riguarda il fatto che la primavera si accorcia di circa 30 secondi ogni anno. Questo fenomeno, che ha delle cause molto complesse, è profondamente legato al moto della Terra attorno al Sole.
L’orientamento dell’asse di rotazione del nostro Pianeta non è costante nel tempo. Cambia progressivamente descrive un doppio cono, compiendo un movimento simile a quello di una trottola. Questo moto è noto come precessione degli equinozi. Per capire meglio il tutto ricordiamo che, in poco più di 25.000 anni, l’asse di rotazione della Terra compie un giro completo. Ciò causa dei cambiamenti che comprendono, appunto, l’arrivo del nostro pianeta al solstizio d’estate ogni anno un po’ in anticipo.

 

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *