depurarsi-in-modo-naturale

Tensione addominale: massaggi e rimedi per combatterla

I massaggi effettuati all’addome e al torace incidono profondamente sul benessere dell’organismo e riescono ad allontanare tensione addominale, ansia e stress.

Il primo stimola la funzionalità dell’apparato digerente, il secondo giova alla respirazione incidendo sulla sua resistenza. Entrambi hanno un effetto distensivo e rilassante.

I benefici del massaggio per combattere la tensione addominale sono diversi: massaggiare l’addome e il torace dal punto di vista terapeutico è utile per favorire la peristalsi intestinale, mentre in estetica aiuta a ridurre i depositi di grasso.

Il massaggio di tutta la parte anteriore del tronco, se eseguito con perizia, è molto piacevole e produce un notevole effetto antistress ed aiuta a ridurre l’effetto della cefalea tensiva.

Massaggi contro la Tensione addominale

Non massaggiare l’addome se soffri di gastrite, colite, ulcera, cistite o problemi agli organi interni. Evita il massaggio durante il ciclo e in gravidanza.

Nel trattamento del seno effettua delicatissimi sfioramenti circolari periferici. Puoi eseguire queste manovre sia su di te sia su un’altra persona.

Ecco alcune regole generali per massaggi contro la tensione addominale:

  • Se stai massaggiando un’altra persona, evita un approccio troppo diretto e deciso, ma cerca di fare ricorso a tutta la tua sensibilità e delicatezza per far accettare il contatto in questa parte del corpo così delicata.
  • Quando massaggi un’altra persona, se noti segni di tensione, come l’addome contratto o le ginocchia che si chiudono, o se il volto della persona massaggiata mostra segni di sofferenza, diminuisci la pressione e sii molto più delicato (l’addome morbido e rilassato è invece un chiaro segno che stai procedendo bene e con l’intensità dovuta).
  • Non praticare pressioni eccessive, perché gli organi interni dell’addome sono protetti solo dai muscoli: una stimolazione troppo intensa potrebbe causare danni alle delicate strutture sottostanti.
Tensione addominale

Tensione addominale

 

Consigli pratici per massaggi contro la tensione addominale:

1) Distribuisci sufficiente olio tiepido sull’addome ed esegui movimenti circolari in senso orario con una o due mani: adegua la pressione alla resistenza della persona massaggiata (lo stesso dicasi se esegui un automassaggio).

2) Se la situazione lo permette, esercita pressioni delicate e molto lente mentre la persona che riceve il massaggio espira e l’addome si sgonfia, con tutto il palmo della mano.

Meglio se ad effettuare il massaggio sarà un massaggiatore professionista per trarre il massimo dei risultati.

3) Esegui sfioramenti lunghi, partendo dall’addome e salendo al centro sullo sterno, fino alle clavicole.

4) Avvolgi le spalle e torna in basso passando ai lati del seno e sui fianchi.
Se stai massaggiando un’altra persona, senza staccare le mani spostati dietro la sua testa e, con movimenti sincroni delle mani, massaggia la parte posteriore del collo e delle spalle.

5) Insisti su questa zona, sede di tensioni, per un tempo sufficientemente lungo, eseguendo il massaggio anche con il movimento alternato delle mani. Se lo desideri, puoi ripetere in questa posizione anche tutta la procedura di massaggio delle braccia

6) Termina il massaggio con lo sfioramento leggero e metti una coperta sulle parti trattate.

Tensione addominale rimedi naturali

Innanzitutto va detto che la prevenzione gioca un ruolo fondamentale, soprattutto a tavola: le vitamine del gruppo B, il magnesio, inositolo e triptofano sono elementi che aiutano il cervello a rilassarsi ma anche il corpo. Alimenti come legumi, soia, cereali integrali, albicocche, banane e tanta frutta in generale saranno i vostri alleati.

A volte però una sana alimentazione non basta, e qui vengono in aiuto i fiori di Bach: Edward Bach infatti considerava il panico come una forma di resistenza al cambiamento, alla novità, ed alla scoperta di se stessi.

Uno di fiori più adatti per combattere l’ansia è Rock Rose, che aiuta a sconfiggere la paura di conoscere il proprio IO.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...