depurarsi-in-modo-naturale

Acqua d’Avena benefici e come si prepara

L’acqua di Avena si realizza con l’avena sativa ed è utile per usufruire delle sue proprietà utili al nostro organismo vediamo quali sono e come si prepara.

Benefici dell’Acqua di Avena

L’acqua d’avena gode essenzialmente di proprietà legate all’alto contenuto di fibra, questo comporta benefici per la salute gastro intestinale, migliorando il benessere dell’apparato escretore e a combattere patologie cancerogene.

Si possono riassumere così i benefici dell’avena e del consumo di acqua d’avena:

  • Ottimo ricostituente
  • depurativa e disintossicante per l’organismo
  • alleata nelle diete dimagranti aumenta la sensazione di sazietà
  • stabilizza i livelli di zucchero nel sangue
  • drenante e diuretica buona alleata contro la cellulite
  • ricca di minerali, vitamine, carboidrati e proteine
  • ricca di fibre ottima contro la stipsi
  • riduzione del colesterolo e pulizia della arterie grazie alla presenza di aminoacidi essenziali come leucina, isoleucina e la treonina
  • toglie le infiammazioni
  • migliora la qualità del sonno combattendo l’insonnia
  • diminuzione del rischio di cancro, soprattutto di cancro al colon, perché impedisce l’accumulo di tossine a livello intestinale.
Acqua di Avena

Acqua di Avena

L’avena inoltre stimola il fegato ad utilizzare la lecitina, utile per eliminare dal corpo i metalli pesanti e le sostanze tossiche.

Come si prepara l’acqua di avena?

Per la preparazione di acqua d’avena occorre munirsi dei seguenti ingredienti utili per la realizzazione di 1 litro di bevanda, (consigliati quelli da agricoltura biologica):

  • avena in fiocchi (2 tazze)
  • miso d’orzo (2 cucchiai)
  • sciroppo d’acero, miele, zucchero di canna solo se necessario
  • succo di limone a piacere
  • stecca di cannella o vaniglia per aromatizzare

Prima modalità di preparazione

acqua di avena

acqua di avena

Mettere il litro d’acqua sul fuoco quando bolle mentre si aspetta il bollore sminuzzare i fiocchi d’avena. Quando avrà raggiunto il bollore versare i fiocchi d’avena con il miso.

Mescolare, coprire e lasciare riposare il composto ottenuto. Durante la fase di riposo le sostanze benefiche dell’avena verranno rilasciate nell’acqua per essere poi assimilate quando verrà bevuta.

Una volta raffreddata potrà essere filtrata per poter bere la parte liquida e scartati i fiocchi d’avena per essere utilizzata in questa forma la mattina a digiuno e godere delle sue proprietà anche dimagranti.

E’ possibile berne poi 1 bicchiere a pranzo e a cena per il suo effetto saziante permetterà di non mangiare in eccesso.

In caso la si voglia invece assumere come bevanda nutriente e ricostituente non dovrà essere filtrata ma andrà consumata l’acqua e mangiati i fiocchi d’avena che sono rimasti in ammollo, durante la colazione a cui andrà associata della frutta stagione e una tazza di the verde.

Seconda modalità di preparazione

L’acqua d’avena è possibile poi prepararla frullandola invece di sminuzzarla e metterla in ammollo nell’acqua. In questo caso col frullatolo alla potenza massima e aggiunta di poca acqua si realizzerà un composto omogeneo che andrà aggiunta all’acqua portata a ebollizione e consumata sempre secondo le modalità indicate.

L’acqua d’avena si conserva per 2 o 3 giorni in frigorifero pertanto si consiglia di farne 1 litro alla volta così da essere preparata e consumata sempre fresca.

I dolcificanti vanno aggiunti solo se volete una bevanda dolce e non vi piace il sapere d’acqua d’avena così, stessa cosa vale per il succo di limone che può essere aggiunto a piacere per godere delle sue proprietà.

Prima di procedere al trattamento disintossicante con acqua di avena è consigliabile sottoporsi ad un ciclo di depurazione di una settimana.

Bevanda di Avena - Avena Drink senza Glutine
Senza zuccheri aggiunti in formato risparmio

Voto medio su 12 recensioni: Da non perdere

€ 13.4

Bevanda di Avena
Bevanda 100% vegetale, senza dolcificante

Voto medio su 253 recensioni: Da non perdere

€ 2.5

–>> Scopri cosa mangiare per una Dieta disintossicante di una Settimana

Controindicazioni

L’ avena appartiene alla famiglia delle Graminacee pertanto non deve essere assunta da chi ne fosse allergico.

Inoltre non va utilizzata da chi ne fosse intollerante.

Curiosità

Nell’Antichità l’avena veniva usata per favorire la guarigione di lesioni e abrasioni superficiali della pelle. Nel 2003 la Food and Drug Administration (FDA) ha riconosciuto l’avena come ingrediente importante per la protezione della pelle.  Infatti oggi la si trova in svariati prodotti per i neonati che hanno la pelle molto delicata

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *