Depurarsi in modo naturale

Come aprire un melograno senza impazzire

La stagione dei melograni fiorisce fra la fine di ottobre e l’inizio di novembre. Infatti, vengono utilizzati come ingrediente principale di molti piatti tipici regionali come i famosi cicc cutt pugliesi, che si preparano il 2 novembre per la festa dei morti.

Il melograno, questo particolare frutto a forma sferica, al suo interno è ricco di croccanti e succosi semi (noti con il nome di arilli), dal sapore fresco e inteso. Sono proprio i semi a rappresentare un problema quando vai a sbucciare un melograno. Infatti, sono un po’ difficili da staccare dalla sua buccia e si sfaldano facilmente macchiando tutto. Per questo è importante capire come aprire un melograno seguendo il giusto metodo senza combinare un disastro.

Come aprire un melograno in 4 mosse

Come aprire un melograno

Come aprire un melograno

Se per sbucciare un melograno usi un tagliere di legno, sicuramente rimarranno le macchie. Prova dopo a strofinarlo con l’aceto o del succo di limone per poterlo pulire dal succo rosato (potente quasi come l’inchiostro!) del melograno. Per l’operazione di sbucciatura, meglio utilizzare un tagliere in plastica come base d’appoggio.

Ecco come procedere passo per passo:

  1. Taglia una prima fetta sottile alla base del melograno per stabilizzarlo e non farlo rotolare di qua e di là mentre lo affetti.
  2. Taglia e rimuovi la sua “corona”, chiamata anche “fiore”, la parte che sta in cima. Per farlo, utilizza un coltello sottile da cucina. Infilza il frutto con poca profondità e disegna un cerchio attorno alla corona.
  3. Adesso, incidi dei tagli superficiali in senso verticale (da sopra verso il basso) seguendo i naturali rilievi della buccia. Mantieniti sempre leggero con il coltello, non affondare troppo altrimenti il succo dei semi comincerò a schizzare. In tutto, dovresti riuscire a incidere 6 tagli che girano attorno al corpo del melograno.
  4. Apri il frutto. Fai una leggera pressione con le dita per vedere “sbocciare” le 6 fette che hai inciso.

Ora il tuo frutto è tagliato in 6 parti uguali e ordinate come delle piccole fette di anguria. I semi rossi e luccicanti sono esposti e pronti per essere tolti dalla buccia. Ecco che qui arriva l’altra parte critica.


Ecco un video di Benedetta Parodi che ci mostra 3 modi facili per aprire e servire il MELOGRANO

Hai 3 possibilità per capire come procedere:

  1. Sgranare i semi delicatamente a mani nude.
  2. Togliere gli arilli dalla loro buccia tramite leggere pressioni con un cucchiaio.
  3. Prendere una piccola bacinella piena d’acqua e immergere il melograno. I semi affonderanno mentre i pezzi di buccia galleggeranno verso l’alto. Questo renderà più facile la loro separazione con le dita. In più, sarai a prova di schizzo e non macchierai nulla.

Come fare il succo di melograno

Adesso che hai tagliato e sbucciato un melograno in modo corretto, sei pronto a mangiarlo e berne il succo! Se vuoi fare il succo dai semi, inserisci poco per volta gli arilli sgranati dentro una centrifuga da cucina o un estrattore di succo. Poi aggiungi il succo di mezzo limone e un pizzico di radice di zenzero grattugiata. La tua bevanda antiossidante e ricca di vitamina C è pronta!


VOTA L'ARTICOLO
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(1 voti - media: 9,00 su 10)


Non hai trovato le informazioni che volevi?

CERCA NEL SITO





Leave a Reply

Guida Gratis sui Cibi Disintossicanti. Clicca qui e scaricala subito!


Seguici su Facebook. Iscriviti per restare sempre informato!