depurarsi-in-modo-naturale

Probiotici ai bambini: ecco le ultime frontiere della ricerca

L’assunzione di probiotici da parte dei bambini è molto importante. La mancanza di equilibrio tra le diverse forme batteriche dell’intestino può infatti causare l’insorgenza di agenti patogeni, con una conseguente condizione di disbiosi.

Con lo scopo di curare patologie come la gastroenterite acuta, le coliche e la stipsi, è stata appena presentata una linea di probiotici firmati Aurora Biofarma. Si tratta di una linea di prodotti pensati in maniera esclusiva per l’infanzia.

probiotici

Probiotici: batteri buoni al centro degli sforzi della ricerca

Gli esperti che hanno commentato il lancio di questa linea hanno sottolineato come, in caso di infezione nei primi mesi di vita e anche nei primi anni, ai bambini si tenda a prescrivere subito antibiotici, sostanze antibatteriche ma anche antimicrobiche. Per questo motivo distruggono tutti i batteri, anche quelli benefici. In tal modo, risulta fortemente alterato l’equilibrio intestinale.

I numerosi studi effettuati in questi anni sul microbiota, la ricerca sui probiotici, batteri buoni, si è evoluta notevolmente. Questi ultimi sono infatti molto importanti per ripristinare l’equilibrio batterico intestinale che a volte si rompe.

I nuovi probiotici prevedono l’associazione tra due ceppi batterici tra i più studiati dai pediatri. Si tratta del Lactobacillus reuteri e del Lactobacillus rhamnosus. I prodotti in questione sono inoltre privi di allergeni.

Il futuro, nel campo specifico dei probiotici, va sempre più verso formulazioni su misura. Anche di questo aspetto si è parlato nel corso della presentazione della linea, ricordando come le formulazioni innovative a base di ceppi selezionate abbiano dato la possibilità di contrastare in maniera più efficace e specifica i batteri patogeni. Questo ha portato alla creazione di prodotti specifici per la disbiosi del colon, indicati fin dai primi giorni di vita, ma anche di soluzioni dedicate in maniera specifica alla mucosa dello stomaco, dotato anch’esso di un suo microbiota messo a repentaglio a causa di stile di vita e stress.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *