Stitichezza post antibiotico: cause e rimedi

Scopri come i farmaci possono peggiorare la situazione della stitichezza. Essa si chiama stitichezza o stipsi iatrogena. Un elenco di farmaci pericolosi che causano questo problema e i rimedi.

Stitichezza e antibiotici: quali sono le cause

Stitichezza post antibiotico
Stitichezza post antibiotico

Le terapie a base di antibiotici sono molto risolutive in caso di infezioni di vario tipo.

Ma è bene ricordare che spesso si va incontro ad effetti collaterali abbastanza diffuso per i vari tipi di agenti antibatterici. Infatti la stipsi rientra nelle conseguenze maggiori legate all’utilizzo di questo tipo di farmaci.

Nella maggior parte dei casi, si parla di una stitichezza che viene determinata dalle alterazioni della flora batterica in seguito all’assunzione degli antibiotici. Precisamente la stitichezza indotta da farmaci si chiama iatrogena.

D’altronde queste molecole contengono sostanze che vanno ad agire direttamente sulla flora batterica intestinale.

Questo è un aspetto importante in quanto è proprio quello in grado di determinare un alterato movimento della mucosa intestinale e una ridotta defecazione.



Ecco perché molti medici consigliano, durante e dopo una terapia antibiotica, l’utilizzo di fermenti lattici ed altri probiotici che possano garantire una corretta motilità intestinale favorendo l’espulsione delle feci.

Attenzione al corretto utilizzo degli antibiotici

Un elemento che bisogna comunque tenere bene in considerazione quando si parla di antibiotici è quello legato al corretto uso di questi farmaci. Infatti troppo spesso vengono utilizzati a sproposito causando stipsi ricorrente in molte persone.

Ecco perché la migliore soluzione è innanzitutto quella di evitare l’automedicazione in maniera imprudente.

Un uso troppo frequente e soprattutto troppo continuativo degli antibiotici potrebbe creare conseguenze importanti e danni rilevanti a livello della flora batterica intestinale. Questo aspetto non va certo sottovalutato in quanto la stitichezza andrebbe ad aggravarsi e con essa anche l’intero funzionamento del sistema intestinale.



Ciò vuol dire che è bene usare un antibiotico solamente se si ha una consulenza da parte di un medico che potrà valutare caso per caso ed analizzare le diverse condizioni. Anche perché è utile ricordare che un eccessivo stress della parete intestinale potrebbe risultare dannoso e portare a conseguenze anche irreversibili. Motivo per cui sarebbe bene anche evitare terapie troppo ravvicinate a base di antibiotici.

–>> Scopri anche Enterelle fermenti lattici un ottimo probiotico per combattere problemi di intestino.

Stitichezza post Antibiotico rimedi

Sicuramente bisogna considerare l’utilizzo di opportune soluzioni per rimediare alla problematica stipsi causata dagli antibiotici. In primis si parla dei fermenti lattici, sostanze che sono in grado di ripristinare la corretta funzionalità della flora batterica dell’intestino.

–>>Scopri come ripristinare la flora batterica post antibiotico

D’altronde bisogna tener conto che si tratta di molecole che dovranno andare ad agire sull’ultimo tratto dell’intestino, ovvero il colon. Questo vuol dire che innanzitutto sono molecole molto resistenti e che arriveranno intatte fino al colon dove esplicheranno la loro azione.

In particolare, i fermenti lattici vanno ad aderire lì dove ci sono gli enterociti, cellule che fanno parte della parete dell’intestino. La maggior parte dei fermenti lattici attualmente disponibili in commercio è in grado di agire in diversi modi, a partire dalla capacità di sottrarre nutrimento a possibili agenti infettivi.

Senza dimenticare che essi sono utili per facilitare la produzione di sostanze antibiotiche attive andando quindi a rinforzare anche il sistema immunitario.


Altri farmaci che possono causare stitichezza

Bisogna anche ricordare che non sono solo gli antibiotici gli unici farmaci che possono causare stitichezza. La prima tipologia di molecole che bisogna citare sono alcuni lassativi.

Nonostante possa sembrare un controsenso si tratta di un effetto legato ad un utilizzo eccessivo di questi farmaci. Anche molti farmaci analgesici possono causare la stipsi iatrogena, ovvero quella indotta da farmaci.

Si parla soprattutto di molecole come tramadolo, fentanyl e codeina.

Senza dimenticare anche le benzodiazepine che agiscono a livello del sistema nervoso centrale e che possono indurre problemi nella defecazione.

Interessante approfondimento sui farmaci che causano la stitichezza.

Vanno citati in tal senso anche altri farmaci come gli antidiarroici e gli antiacidi (per esempio biochetasi e maalox), oltre a varie tipologie di antiepilettici, antidepressivi e farmaci per combattere l’ipertensione.

In tutti i casi va perciò considerata la possibilità di monitorare il corretto funzionamento del sistema enterico. In questo modo si potrà intervenire in tempo senza andare incontro a situazione problematiche legate alla mancata defecazione per diversi giorni.

About Alessandro Rivale

Mi chiamo Alessandro Rivale, Ricercatore indipendente in campo cure e rimedi naturali. Gestisco Depurarsi.com e gestisco il network di Curarsi al naturale.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *