depurarsi-in-modo-naturale

Depurarsi con l’acqua

Depurarsi con l’acqua è il segreto fondamentale per ottenere un buona disintossicazione. Lo hai già sentito dire? Ma la realtà, lo sai bene, è diversa.

Prova a rispondere a queste domande: quanta acqua bevo al giorno? Ma soprattutto, come bevo? Mi idrato solo quando sento lo stimolo della sete oppure ho la mia bottiglia di acqua in borsa o sulla scrivania e faccio qualche sorsata quando posso?

Depurarsi con l’acqua ecco come fare

acqua brocca

Sicuramente sei già al corrente che il nostro corpo ha molto bisogno di acqua. L’acqua, attraverso gli organi di scarto detti emuntori – reni, intestino, pelle – lava via le scorie accumulate nell’organismo. L’acqua è il liquido nel quale le tossine vengono trasportate fino agli organi deputati all’eliminazione e nell’acqua le tossine vengono eliminate. Ecco perchè è così importante assicurare un’ottima idratazione al corpo.

Come essere sempre ben idratati?

Il corpo possiede dei ritmi naturali. La mattina, fino alle 10, è impegnato ad eliminare i rifiuti dei cibi e delle bevande che abbiamo assunto nei giorni precedenti. Ti capita mai di svegliarti senza fame o solo con la voglia di frutta? Proprio in quel momento, l’organismo sta elaborando l’eliminazione di ciò che non gli serve e limita l’accesso di altro cibo. Dunque, se non hai fame o addirittura senti nausea, è bene che tu assuma solo alimenti liquidi, come acqua o tisane.

Per disintossicarci è bene privilegiare proprio le ore della mattina, sfruttando la naturale inclinazione dell’organismo. In che modo?

Il metodo ideale è bere mezzo litro di acqua alcalina in cui sia  stato spremuto il succo di un limone, al mattino appena svegli, a digiuno, prima di fare colazione. Meglio se l’acqua è tiepida. Se non gradisci il limone puoi optare per l’aceto di mele, altro elemento molto prezioso in regime detox.

Quale acqua scegliere?

Le acque vengono classificate in base al residuo fisso, che è ciò che resta (sali minerali) dell’acqua evaporata a 180°C, e in base alla composizione salina.

In base al residuo fisso:

Acque minimamente mineralizzate
Acque oligominerali
Acque mediominerali
Acque ricche di sali minerali
residuo fisso ≤ 50 mg/l
residuo fisso > 50 ≤ 500 mg/l
residuo fisso > 500 ≤ 1500mg/l
residuo fisso > 1500 mg/l

In base alla composizione salina:

Acque Bicarbonate
Acque Solfate
Acque Clorurate
Acque Calciche
Acque Magnesiache
Acque Fluorate (o contenenti fluoro)
Acque Ferruginose (o contenenti ferro)
Acque Sodiche
Acque Iposodiche (indicate per le diete povere di sodio)
tenore di calcio > 600 mg/l
tenore dei solfati > 200 mg/l
tenore di cloruro > 200 mg/l
tenore di calcio > 150 mg/l
tenore di magnesio > 50 mg/l
tenore di fluoro > 1mg/l
tenore di ferro > 1mg/l
tenore di sodio > 200 mg/l
tenore di sodio < 20 mg/l

Qual è l’acqua migliore da bere?

Dipende dalla tua condizione fisica, dalla tua età, dal tuo stato di salute. Ne parleremo insieme prossimamente!

Consigli

  • Cerca di ridurre la quantità di sale presente nella tua dieta disintossicante. Il sale, infatti, stimola la ritenzione e quindi limita l’eliminazione dei liquidi, causando gonfiori e altri pasticci.
  • Introduci una maggiore quantità di fibre. Privilegia dunque frutta, verdura, cereali integrali. Grazie alla presenza dell’acqua, le fibre aiutano l’intestino ad eliminare le feci e quindi a depurarsi e a rimanere mobile.

    Problemi di feci verdi? Leggi anche le cause e rimedi delle Feci verdi in adulti e bambini

  • Consuma molti smoothies e centrifugati di frutta e verdura. Come farli? Lava la frutta, tagliala a pezzi, elimina semi e torsoli e metti tutto nel frullatore o nella centrifuga. Puoi divertirti a mescolare vari tipi di frutta e anche di verdura. Sono gustosissimi e sono un vero toccasana per la salute!

E tu, quanto bevi durante il giorno? Hai notato effetti positivi sul tuo benessere aumentando l’apporto di liquidi? Sei convinto dell’efficacia dell’acqua in un regime depurativo? Aspettiamo la tua esperienza!

loading...
the detox

Lascia il tuo commento qui sotto:

3 Comments

  1. Manuela luglio 14, 2013
  2. Irene Ferri luglio 16, 2013
    • Gennaro caputo gennaio 15, 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...