depurarsi-in-modo-naturale

Calorie mandarino proprietà e valori nutrizionali

Informarsi bene sulle calorie di un mandarino e sulle sue proprietà è fondamentale se si ha intenzione di iniziare una dieta salutare.

Se sei qui, significa che vuoi sapere qualcosa di più in merito. Nelle prossime righe, abbiamo preparato una guida che può aiutarti al proposito!

Mandarini cosa sono

Prima di entrare nel dettaglio di calorie mandarino e proprietà, vediamo le caratteristiche biologiche e botaniche di questi frutti.

Ricordiamo innanzitutto che i mandarini sono frutti che appartengono alla famiglia delle Rutacee. In natura, li possiamo trovare in diverse varietà. Giusto per fare qualche esempio, citiamo la Citrus nobilis e la Citrus clementina.

Il mandarino, in generale, è disponibile nei mesi compresi tra dicembre e maggio. Ricordiamo anche che, tra gli agrumi, è senza dubbio quello più ricco di zuccheri.

Calorie mandarino per 100 grammi

Iniziamo ora a parlare nel dettaglio del tema calorie di un mandarino e delle sue proprietà ricordando che 100 grammi di questo frutto apportano 72 calorie circa.

Calorie mandarino

Calorie mandarino

Il mandarino si può a ragion veduta definire come il più calorico tra gli agrumi!

Sempre in un etto di questo frutto, possiamo trovare

  • 81 grammi circa di acqua
  • 17 grammi di carboidrati
  • 17 grammi di zuccheri
  • 0,9 grammi di proteine

Il contenuto di grassi, considerando sempre come riferimento i 100 grammi, è pari a 0,3 grammi circa. Assente è invece il colesterolo e abbastanza alto il contenuto di fibre. In questo caso, infatti, si parla di poco più di 1 grammo ogni 100.

Proprietà dei mandarini

Le proprietà dei mandarini sono davvero interessanti! Ricordiamo innanzitutto che questi frutti sono ricchi di vitamina C.

L’acido ascorbico è una sostanza fondamentale per la nostra salute per diversi motivi. Aiuta infatti l’efficienza del sistema immunitario e contrasta l’attività dei radicali liberi, i principali responsabili dell’insorgenza dei tumori.

Per dare qualche numero, specifichiamo che un etto di mandarini contiene 42 mg di vitamina C, dose che rappresenta circa il 50% dell’apporto raccomandato ogni giorno per gli adulti.

I mandarini, inoltre, sono un’eccellente fonte di potassio. Questo minerale è benefico in quanto favorisce l’efficienza della circolazione ematica.

Da non dimenticare è anche la presenza di vitamina B1 e B6. In entrambi i casi parliamo di proteine idrosolubili. La prima è fondamentale per l’efficienza dei processi metabolici, ma anche per l’efficienza del sistema nervoso e cardiovascolare.

La seconda, invece, risulta particolarmente vantaggiosa contro le disfunzioni del sistema nervoso. Il suo ruolo è infatti decisivo per la sintesi della serotonina, meglio nota come ormone del buonumore.

Il mandarino, quindi, si può configurare come un buon rimedio naturale contro i disturbi depressivi.

Per concludere il quadro relativo alle sue proprietà, ricordiamo che il frutto contiene anche antiossidanti.

Nello specifico, si parla di polifenoli come la naringenina e l’esperidina. Queste sostanze prevengono lo stress ossidativo, minimizzando il rischio d’insorgenza di malattie neurodegenerative come l’Alzheimer.

Secondo diversi studi internazionali, il mandarino è caratterizzato anche da un’ottima efficacia antinfiammatoria.

Questo aspetto, fondamentale da ricordare quando si parla di calorie mandarini e proprietà, è legato in particolare alla presenza della naringenina, i cui effetti terapeutici si vedono soprattutto in caso di dolore da infiammazione.

I flavonoidi presenti nel mandarino sono davvero portentosi! Diversi studi internazionali hanno sottolineato la loro efficacia nella prevenzione di patologie cardiovascolari, dovuta in particolare alla riduzione del colesterolo cattivo LDL e dei trigliceridi.

Da ricordare inoltre è che sono ottimi nella prevenzione del diabete e che favoriscono la perdita di peso, in quanto migliorano il metabolismo lipidico.

Non esistono particolari controindicazioni al loro consumo. L’unica cautela da considerare è la moderazione nel consumo in caso di diabete.

I mandarini, infatti, sono molto ricchi di fruttosio.

Periodo di raccolta

Dopo aver parlato di calorie mandarini e proprietà, soffermiamoci un attimo sul periodo di raccolta. I mesi migliori dell’anno sono gennaio, febbraio, marzo e una parte di aprile.

La raccolta dei mandarini riprende a essere ottimale dopo la metà del mese di novembre e durante quello di dicembre.

Gli stessi riferimenti valgono per il periodo della commercializzazione. Cosa dire, invece, della conservazione?

Che, in generale, i mandarini si possono conservare a temperatura ambiente. Si mantengono infatti succosi senza problemi per circa una settimana. La temperatura ideale? Quella compresa tra gli 8 e i 12°C.

Fondamentale, infine, è che siano tenuti lontani da fonte di calore e luce diretta e che vengano lasciati in un contenitore ventilato.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *