Rabarbaro depurativo fegato: tisana, ricette, stitichezza

Molto probabilmente conosciamo il rabarbaro come ingrediente di ottime confetture oppure dei digestivi preparati in casa: quello che non sappiamo è che questa pianta (e in particolare le sue radici) non sono solo buone in cucina, ma può essere anche molto utile per la nostra salute.

In particolare, grazie alle sostanze nutritive di cui questa pianta è ricca, il rabarbaro può rivelarsi molto importante per aiutarci a depurare il fegato e a combattere i problemi intestinali come la stipsi.

Vediamo allora di conoscere meglio le proprietà del rabarbaro e i suoi possibili utilizzi in piatti anche molto golosi.

Le proprietà del rabarbaro: le sostanze nutritive

Il rabarbaro è ricco di vitamine, in particolare la vitamina A e le vitamine del gruppo B, e sono presenti (anche se in quantità non troppo elevate) la vitamina C, D, K e J.

Ma soprattutto il rabarbaro è ricco di sali minerali (sappiamo già quanto queste sostanze sono importanti per il nostro organismo), e in particolare di:

  • calcio
  • ferro
  • magnesio
  • potassio
  • fosforo
  • manganese
  • selenio.

Proprio in forza di questa ricchezza di sostanze nutritive, il rabarbaro è stato utilizzato fin dall’antichità nella tradizione erboristica cinese e asiatica in genere: oltre a consumare la pianta come alimento, il rizoma era considerato prezioso per gli effetti benefici che ha sull’organismo.

Vediamo allora le proprietà del rabarbaro più importanti e come ci possono aiutare a mantenerci in salute.

Rabarbaro per Depurare il fegato

Il nostro corpo mostra spesso gli effetti di un eccessivo accumulo di tossine nel corpo: in particolare, un’alimentazione sbagliata (troppo ricca di grassi e cibi industriali), l’utilizzo di farmaci e lo stesso inquinamento atmosferico rischiano di sottoporre il nostro fegato (che, insieme ai reni, è l’organo filtro del nostro corpo) a un superlavoro.

Sappiamo anche che l‘eccesso di tossine è alla base di una serie di problemi di salute molto diffusi: stanchezza, problemi dell’apparato digerente, allergie.

Da questo deriva l’importanza di garantire un buon funzionamento del fegato e quindi del sistema di smaltimento delle tossine: e in questa missione il rabarbaro può essere un alleato molto utile.

Infatti questa pianta ha proprietà colagoghe: è cioè in grado di stimolare la produzione di bile e la “pulizia” del fegato dall’eccesso di tossine.

Depurarsi dalle tossine in modo naturale è importante per la nostra salute: scopri come farlo in modo dolce e in poche settimane.

Rabarbaro contro la stitichezza

Uno dei problemi più diffusi a livello di apparato gastrointestinale è la stipsi: spesso dipende da un’alimentazione sbagliata (troppo povera di fibre e acqua) oppure da uno stile di vita sedentario.

Qualunque sia la causa, la stipsi è un disturbo che causa un grande disagio soggettivo e diversi fastidi al nostro organismo: infatti, oltre alla sensazione di gonfiore che ne deriva, dalla stitichezza deriva anche il fatto che una larga parte delle tossine che derivano dal cibo rimangono per lungo tempo nel nostro intestino, causandoci problemi ulteriori.

Per fortuna anche in questo caso il rizoma di rabarbaro può esserci molto utile: infatti questa pianta ha un alto contenuto in glucosidi antrachinonoci, che hanno la caratteristica di stimolare la peristalsi intestinale.

Quindi, se soffriam di stitichezza cronica oppure se sentiamo il bisogno di depurarci da un eccesso di tossine, possiamo preparare una semplice

Tisana al rabarbaro

proprietà del rabarbaro

Per preparare una tisana al rabarbaro possiamo utilizzare:

  • 1 cucchiaino da caffè di radici secche (se possibile ridotte in polvere)
  • 200 ml di acqua

Facciamo bollire l’acqua e poi aggiungiamo le radici di rabarbaro, che lasceremo in infusione per circa 10 minuti. A questo punto la nostra tisana sarà pronta da consumare.

Un consiglio utile: per sfruttare al meglio le proprietà lassative del rabarbaro, la soluzione migliore è di bere questa tisana la sera, prima di andare a dormire.

Infatti l’effetto lassativo si esplica dopo circa 6-8 ore dall’assunzione della tisana.

Se la stitichezza è un problema cronico per te, puoi provare i rimedi naturali per vincerla in modo definitivo:

–>> vai alla soluzione contro la stitichezza

Oltre a quella depurativa e a quella lassativa, assumere la radice di rabarbaro ci può essere utile anche per combattere altre problematiche, in particolare quelli legati al ciclo mestruale (come la dismenorrea o l’amenorrea) e l’inappetenza.

Dove si compra il Rabarbaro?

Hai intenzione di provare il rabarbaro e non sai dove si compra? Ti propongo alcuni prodotti nel prossimo articolo.

Rabarbaro Ricette

Abbiamo detto che il rabarbaro è ottimo anche in cucina. Perché non preparare allora una fresca e saporita ricetta con il rabarbaro.

Insalata al rabarbaro

Gli ingredienti che ci servono sono:

  • 1 gambo di rabarbaro sbucciato e lavato
  • 2 carote bollite
  • 2 patate bollite
  • 5 asparagi bolliti
  • succo di limone
  • sale
  • olio di oliva extravergine

Dopo aver tagliato tutte le verdure a dadini le uniremo in una ciotola e le condiremo con abbondante succo di limone: per mescolare meglio i sapori dovremmo lasciar riposare l’insalata al fresco per circa 1 ora e poi aggiungere l’olio e un pizzico di sale. Il profumo e il sapore di questa insalata sono davvero unici!

Davvero interessanti le proprietà del rabarbaro per la nostra salute: se vuoi essere sempre aggiornato in materia di depurazione e rimedi naturali ricorda di iscriverti alla nostra newsletter.

Ti piace il rabarbaro? Lo utilizzi nelle tue ricette?

About Laura Poletti

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *