Sgonfiare la pancia, rimedi, tisane e cibi da evitare

Tisane per sgonfiare la pancia e rimedi per combattere gonfiore addominale e stomaco dolorante

Abitudini positive e negative per sgonfiare la pancia

  •  Non sdraiarti subito dopo aver mangiato
  •  Mangia con calma cercando di gustarti i pasti di cui ti cibi, cerca di masticare il più possibile, io stesso in passato ho risolto questo problema mettendo in bocca ogni boccone e poi appoggiando le posate sul tavolo. Ricorda che mangiare velocemente vuole dire ingerire anche tanta aria, che sicuramente porta seri problemi alla tua digestione.
  • Bevi acqua in buona quantità ma solo dal bicchiere e non dalla bottiglia o da una cannuccia in quanto anche in questo caso rischiate di ingerire aria.
  •  Mangia frutta solo lontano dai pasti in quanto, se mangiata dopo i pasti, ritarda la digestione in quanto fermenta e va a male nell’intestino.
  • Evita il più possibile il consumo di bevande gassate.
  • Svolgi attività fisica quotidiana, basta camminare 40/60 minuti al giorno in quanto facilita l’espulsione di gas e aria dall’intestino.

Tisane e infusi per sgonfiare la pancia

Ci sono molte tisane per sgonfiare la pancia anche se non tutte le marche sono di ottima qualità.

Per fare effetto, le tisane devono essere bevute molto spesso, fondamentale anche bere tanta acqua minerale in quanto è ricca di potassio e magnesio ma è povera di sodio. Per sgonfiare la pancia anche il carbone vegetale è molto utile in quanto aiuta a riassorbire i gas intestinali che si depositano nell’intestino.

Tisane per sgonfiare la pancia

Tisane per sgonfiare la pancia

Tisana sgonfia pancia alla menta

Nell’ambito delle tisane per sgonfiare la pancia, i prodotti a base di menta sono spesso ottimi. Quest’erba spontanea (cresce praticamente ovunque) riesce tanto a ridurre la quantità d’aria all’interno dello stomaco quanto a facilitare la digestione dopo i pasti. I benefici che può apportare all’organismo non sono, però, solo questi: la menta ha proprietà drenanti, antisettiche e antivirali. Preferibile non assumerla se si soffre di reflusso gastroesofageo: potrebbe andare ad acuirne i sintomi.

L’ortica e i suoi pungenti benefici

L’infusione di foglie d’ortica è un rimedio naturale conosciuto ed utilizzato da tempo immemorabile: la sua capacità di normalizzare l’equilibrio intestinale la rende indicata per chiunque desideri un ventre piatto. Inoltre è un ottimo diuretico: chi soffre di ritenzione idrica potrà trarre giovamento dal suo utilizzo. Chi decida di procacciare l’ortica in prima persona, però, deve ricordare di usare i guanti nel maneggiarla: le sue proprietà irritanti perdurano anche per diverse ore dopo essere stata raccolta.

Infusi di finocchio: risultati garantiti contro la tua pancia gonfie

La tisana più conosciuta per sgonfiare la pancia è probabilmente quella a base di finocchio: di questo ortaggio sono utilizzati soprattutto i semi, pieni di risvolti benefici. Le loro proprietà carminative (in grado, cioè, di limitare la presenza di gas all’interno dello stomaco) li rendono il prodotto ideale nel trattamento dei disturbi legati al tratto digerente. Chi assume antibiotico, però, deve consultarsi col proprio medico: infatti i semi di finocchio possono interagire con alcune famiglie di questi farmaci.

Tisana alla gramigna: proprietà ed usi

Meno conosciuti sono gli effetti benefici della gramigna: eppure questa pianta infestante è un’ottima alleata per alcune problematiche legate al benessere. Dai suoi rizomi (i tipici rigonfiamenti del fusto con funzione di riserva) si possono ricavare tisane utilissime per ridurre l’addome: infatti i polifenoli, la tricitina e l’agropirene in essi contenuti possono garantire attività antisettica, diuretica e soprattutto antinfiammatoria. Nei casi in cui stomaco ed intestino siano interessati da processi flogistici essa risulta essere particolarmente indicata. Occorre però che i soggetti allergici pongano attenzione ad inconsuete reazioni correlate al suo utilizzo: in letteratura vengono riportati alcuni episodi di sensibilità.

Per perdere peso provare la centella asiatica

Anche dalla centella asiatica possono essere ricavate efficaci tisane per sgonfiare la pancia: la foglia di questa pianta officinale si caratterizza per essere un potente antinfiammatorio utile nel trattamento dei disturbi gastrici. Inoltre è un buon drenante: non solo l’addome risulterà più piatto, ma si noteranno miglioramenti anche per quanto riguarda cellulite e gambe affaticate.Un quadro caratterizzato dal sovrappeso potrà giovarsi nella sua interezza dell’utilizzo della centella: inoltre le sue proprietà cicatrizzanti si riveleranno perfette per combattere inestetismi cutanei quali le smagliature. Attenzione però all’interazione con gli altri farmaci: per esempio evitare di assumerla in concomitanza a benzodiazepine ed antidepressivi.

Foglie di sedano: il rimedio inaspettato

Molti pensano che il sedano sia indicato nelle diete ipocaloriche perché permette di placare l’appetito senza appesantire il bilancio energetico giornaliero; pochi sanno, però, che dalle sue foglie si possono ricavare tisane per sgonfiare la pancia. Le loro proprietà depurative e carminative mantengono equilibrata la salute dell’apparato digerente evitando il formarsi di accumuli di gas; inoltre la motilità intestinale viene stimolata dal loro utilizzo, riuscendo così a contrastare il gonfiore causato dalla stitichezza.

Sgonfiare la pancia con i probiotici

Cosa sono i probiotici? Sono dei fermenti lattici vivi che danno beneficio all’interno dell’intestino e aiutano a ripristinare la flora batterica.

Molto spesso le persone ansiose e piene di stress hanno la pancia spesso gonfia e tesa, in questo caso scegli prodotti naturali rilassanti come la valeriana, il biancospino, il tiglio, la melissa e la camomilla.

Se soffri di dolori addominali e desideri sgonfiare la pancia e lo stomaco devi fare particolare attenzione a cibi che gonfiano come legumi (fagioli, ceci, fave, piselli, lenticchie) e alcune verdure come : crauti, broccoli, cavoli, cipolle, cavolfiore, cetrioli e ravanelli.

Meglio la verdura cruda oppure cotta?
Sicuramente quella cotta perché le verdure crude fermentano nell’intestino e generano aria.

Altri cibi da evitare per sgonfiare la pancia sono latte e derivati come latticini e formaggi in quanto possono fermentare e creare aria nello stomaco. Anche la pasta e il pane andrebbero diminuiti.

sgonfiare la panciaTra i cibi che sgonfiano la pancia o che potrebbe aiutare il tuo addome ad aver una maggior rilassatezza troviamo:

Parmigiano e yogurt aiutano a riequilibrare la flora batterica perché sono ricchi di fermenti lattici

– Il pesce riduce le infiammazioni che sono responsabili del gonfiore addominale

– L’avocado, ricco di acidi grassi mono insaturi e le verdure aiutano a regolarizzare l’intestino in particolare se inseriti in una dieta ipocalorica come la dieta detox in quanto aiutano a combattere il gonfiore addominale

– La frutta secca aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo alto ed è anche ricca di carotenoidi, in particolare le mandorle e i pistacchi che sono fonte di proteine, fibre, antiossidanti e acidi grassi mono insaturi. Le fibre presenti in questi cibi aiutano a migliorare la digestione, regolarizzare l’intestino e sgonfiare la pancia.

– L’olio d’oliva e i semi di girasole in piccole dosi aiutano a combattere l’invecchiamento, eliminano le scorie e sono ricchi di antiossidanti e vitamine del gruppo B.

the detox
Condividi questo articolo

Lascia il tuo commento qui sotto:

3 Comments

  1. José Reñé Blanch novembre 23, 2013
  2. paola maggio 3, 2014

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...