depurarsi-in-modo-naturale

Polipi nasali: cosa sono, sintomi e come eliminarli

I polipi nasali sono noduli di natura non cancerosa che si sviluppano nel naso. La loro presenza crea indubbio fastidio. Di buono, però, c’è che si possono eliminare. Nelle prossime righe, abbiamo preparato una guida per aiutarti a capire cosa fare in caso di polipi, le cause e i sintomi collegati.

Cosa sono i polipi nasali e come si manifestano

Come già detto, i polipi nasali sono dei noduli non maligni che si formano all’interno delle cavità e dei seni nasali.

Quando sono piccoli, quasi sempre sono asintomatici. Per questo motivo, chi ne soffre molto spesso non si accorge neppure della loro presenza.

polipi nasali

polipi nasali

Le cose cambiano, invece, quando i polipi assumono dimensioni maggiori. Se sei qui, probabilmente saprai che il principale segnale di polipi nasali di dimensioni non piccole sono le difficoltà respiratorie.

Chi vive questa condizione, respira soprattutto attraverso la bocca. Questo può avere un grande impatto sulla qualità della vita in generale e del sonno in particolare, causano russamento, con conseguenze fastidiose anche sull’eventuale equilibrio di coppia.

I polipi nasali, in linea di massima, riguardano soprattutto gli adulti. La maggior parte dei medici, davanti a questo problema, consiglia l’uso di spray nasali cortisonici come Dymista, Flixonase o Syntaris.

Sintomi e complicanze

Come poco fa ricordato, i polipi nasali sono asintomaici se di piccole dimensioni. Se sono numerosi o più grandi, ostruiscono le vie respiratorie.

Il principale sintomo della loro presenza è proprio la difficoltà a respirare dal naso. Tra gli altri segnali da non sottovalutare, ricordiamo:

  • la riduzione del senso dell’olfatto
  • e un sintomo comune con il raffreddore, ossia il naso che cola.

Chi vive in prima persona l’esperienza dei polipi nasali, molto spesso si accorge anche di problemi e sintomi relativi al senso dell’olfatto e del gusto.

Il quadro può complicarsi anche di più, con sintomi  molto fastidiosi come l’apnea notturna e il mal di testa.

In virtù dei sintomi appena elencati, molto spesso la presenza dei polipi nasali è associata a rinite, sia allergica sia non allergica, ma anche ad asma bronchiale.

Cause dei polipi nasali

Cosa c’è alla base di questa fastidiosa condizione? Per ora, nonostante le caratteristiche dei polipi nasali siano note da tempo immemore ai professionisti della medicina, non c’è molta chiarezza sulle loro cause.

Negli anni, la comunità scientifica ha formulato diverse ipotesi in merito. Ecco le più importanti.

  • Reazione allergica: in questo specifico caso, si parla di correlazione tra i polipi nasali e l’intolleranza all’acido acetilsalicilico, principio attivo dell’Aspirina e sostanza utilizzata spesso come conservante alimentare
  • Ereditarietà
  • Infezioni virali o batteriche che, a loro volta, causano un’irritazione delle mucose nasali
  • Anomalie delle curve e dei meati (orifizi ristretti) della cavità nasale come l’ipertrofia dei turbinati o
  • Diabete
  • Problemi immunitari che causano danni alle mucose nasali e, di conseguenza, l’insorgenza dei polipi.
  • Altre cause della creazione dei polipi nasali possono essere accumulo di catarro e la sinusite.

–>> Scopri i rimedi naturali per liberare le vie respiratorie dal catarro

Polipi nasali Rimedi naturali

Il problema dei polipi nasali e delle loro complicanze può essere affrontato grazie ad alcuni rimedi naturali. Come potrai vedere, si tratta di spunti molto semplici, facili da gestire da soli a casa.

The nero e zenzero

Consumare questa portentosa miscela aiuta molto a tenere sotto controllo gli effetti della congestione nasale.

Ecco dove puoi prendere il the nero e lo zenzero.



Inalazioni di vapore

In questo caso, bastano 2/3 inalazioni al giorno. Molto importante, quando le si effettua, è coprirsi bene la testa con un asciugamano.

Zenzero e miele

Anche questo rimedio casalingo contro i polipi nasali a base di zenzero e miele è molto utile e, nello specifico, aiuta a migliorare un po’ la situazione e a fluidificare il catarro presente in gola.

Ottimo a tal proposito è il miele di acacia, che aiuta a calmare anche eventuali infiammazioni, meglio se con la propoli in gocce.

Soluzione di acqua salata

La preparazione di questo rimedio della nonna per i polipi nasali è semplicissima. Basta infatti mischiare 2/3 cucchiaini di sale in un paio di bicchieri d’acqua e, subito dopo, versare il tutto in un contenitore con erogatore spray.

–>> Per problemi di accumulo di muco nei bambini, prova i lavaggi nasali con Rinowash

Altre soluzioni

Come puoi vedere, i rimedi naturali contro i polipi nasali sono numerosi. Oltre a quelli elencati, ricordiamo anche l’estratto di foglie di tarassaco e crescione.

Come si prepara? Basta pochissimo. Prima di tutto, bisogna procurarsi delle foglie di tarassaco e circa 100 grammi di crescione.

Il tutto va messo in una pentola piena d’acqua e lasciato sobbollire per circa 15 minuti. Per finire, si procede alla filtrazione.

L’estratto va preso tre volte al giorno per massimo quattro giorni. Per concludere, ricordiamo che tra gli altri rimedi possibili è da includere anche il latte caldo con curcuma, ottimo decongestionante naturale. Va assunto preferibilmente al mattino con regolarità.

Operazione polipi nasali

I polipi nasali, quando sono di grandi dimensioni, vanno eliminati con la chirurgia. L’operazione si effettua con il laser in ambulatorio. Non c’è quindi bisogno di ricovero e si può tornare subito alle proprie attività.

L’intervento è rapido e mirato. Il laser, infatti, investe i polipi con il suo fascio, coagulandoli e vaporizzandoli.

L’operazione chirurgica ai polipi nasali non solo è rapida, ma anche molto vantaggiosa. Non comporta infatti sanguinamento, il che è un’ottima cosa per chi è cardiopatico e in terapia anticoagulante. La durata dell’intervento, in generale, va dai 60 minuti a un’ora e mezza massimo.

Farmaci e prodotti da utilizzare

Non esistono farmaci che permettono di eliminare i polipi nasali. Con la terapia farmacologica, però, si può prevenirli e curare alcuni sintomi correlati, come per esempio la rinite allergica. Tra i farmaci più utili al proposito ricordiamo per esempio l’Avamys e l’Alisade, due spray che dovrebbero essere utilizzati massimo una volta al giorno con due spruzzi per narici.

Ovviamente, prima di prenderli è fondamentale consultare il medico curante. Per migliorare lo stato di congestione è possibile utilizzare anche altri prodotti, come per esempio l’Acqua di Sirmione, che può essere inalata anche tramite aerosol, e il Fluimucil Mucolitico.

Trovi qui sotto gli articoli su questi 2 prodotti:

Il secondo, in caso di gravidanza, dovrebbe essere assunto solo previo consulto del medico, dal momento che non ci sono sufficienti studi sui suoi effetti sulla salute della madre e del nascituro.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *