depurarsi-in-modo-naturale

Potassio basso cosa fare e cosa mangiare contro la carenza?

Capitano a tutti dei periodi, durante l’anno, in cui ci sentiamo privi di energia e tendiamo a stancarci con facilità: magari vorremmo fare un po’ di sport o solo una semplice passeggiata per ritornare in forma, invece basta un piano di scale a lasciarci senza fiato.

Sicuramente l’eccessivo stress fisico e mentale ha il suo peso, ma questa stanchezza eccessiva può avere anche un’altra causa: il potassio basso o carenza.

Potassio basso sintomi più comuni

v

Potassio basso sintomi

Il potassio è un minerale di grande importanza per diversi processi del nostro organismo: in particolare per tutta l’attività muscolare (compresa quella cardiaca), per il controllo della pressione del sangue e il drenaggio dei liquidi.

Quindi, se il nel sangue si trova un  livello di potassio basso, è normale affaticarsi con facilità e soffrire spesso (soprattutto se si fa attività sportiva) di crampi muscolari molto dolorosi.

Una carenza di potassio può portare poi a fenomeni di ritenzione idrica (che risultano fastidiosi e spesso antiestetici) spesso collegati alla formazione di edemi: se non abbiamo un livello giusto di questo importante minerale è possibile che ogni minimo urto si trasformi in un brutto livido.

Ma un altro sintomo molto comune e diffuso può trovare la sua causa nella carenza di potassio: la stipsi. Infatti il potassio è necessario anche per mantenere in efficienza la muscolatura liscia intestinale, che è responsabile della corretta peristalsi intestinale.

Come integrare il potassio?

Molto spesso per curare una carenza di potassio si cerca la soluzione più semplice e veloce, rappresentata dagli integratori salini.

Si tratta di una soluzione che possiamo utilizzare (soprattutto se svolgiamo un’attività sportiva molto intensa) ma la cura dell‘alimentazione rimane sempre lo strumento più sicuro ed efficace per arricchire le nostre riserve di potassio.

Per fare questo basta inserire nella nostra dieta alcuni alimenti naturalmente ricchi di potassio: vediamo quali sono.

Carenza di potassio cosa mangiare

Carenza di potassio cosa mangiare

Carenza di potassio cosa mangiare

Molti degli alimenti naturalmente ricchi di potassio sono anche fra quelli più sani, che dovremmo consumare ogni giorno:

  • verdure: cavoli, patate, pomodori, asparagi, broccoli e porri
  • legumi
  • frutta: banane, albicocche e avocado
  • frutta secca: noci, nocciole e arachidi
  • cacao

Una dieta che contenga questi alimenti non solo ci permetterà di reintegrare le nostre riserve di potassio e di vincere la stanchezza, ma anche di sentirci meglio grazie ai suoi benefici effetti disintossicanti: saremo pronti a ripartire in piena forma.

La giusta alimentazione ci può aiutare a depurarci dalle tossine e a compensare le carenze di elementi importanti come il potassio: iscriviti alla nostra newsletter e continua a seguire la nostra pagina Facebook per tenerti sempre aggiornato con le novità in materia di rimedi naturali

Un ultimo consiglio, ma non meno importante!

Ricorda che il tuo corpo manda continui segnali della sua salute attraverso diversi sintomi, ed è nostro compito imparare ad ascoltarlo per agire là dove ci sono problemi e mantenerci in salute. Una buona pulizia regolare del tuo intestino aiuta il corpo ad espellere le tossine e favorisce il tuo benessere psico-fisico, evitando sintomi negativi e fastidiosi che precludono alcune classiche attività quotidiane.

Lascia il tuo commento qui sotto:

2 Comments

  1. valter ottello
    • valter ottello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *