depurarsi-in-modo-naturale

Colite e stipsi: un trio di erbe per combatterla

Colite e stipsi: disturbi che a lungo andare creano molti problemi nella vita quotidiana. L’alimentazione e il controllo dello stress sono importanti, ma la natura ci viene in aiuto grazie alle proprietà di alcune erbe

Colite e stipsi sono un binomio che spesso e fastidiosamente si ripete: abbiamo già visto come la colite spesso si accompagni alla diarrea, ma anche la condizione opposta rischia di abbassare la qualità della vita di ogni giorno.

I consigli su alimentazione e idratazione per il controllo della colite sono sempre validi: in caso di stipsi è buona norma aumentare il consumo di fibre vegetali (aumentando le quantità di frutta, verdura e cereali integrali come l’avena e utilizzando specifici prodotti ricchi di fibre e qui ne puoi scoprire uno completamente naturale) per favorire il transito intestinale.

Nel caso di stipsi grande importanza riveste anche una vita attiva: il movimento infatti favorisce in modo naturale il sistema di peristalsi intestinale.

Ma se tutto questo non basta: non disperiamoci, la natura ci può dare un grande aiuto grazie alle proprietà specifiche di alcune erbe.

Colite e stipsi: attacco su tre fronti. La Malva

Per scegliere le erbe più adatte per combattere la stipsi bisogna prima di tutto considerare lo stato di infiammazione intestinale causato dalla colite e intervenire per ridurlo.

E la malva, grazie alle sue proprietà lenitive ed emollienti, è in grado si svolgere una funzione protettiva della mucosa intestinale, migliorando le condizioni di infiammazione e alterata funzionalità.

La malva si assume al meglio nella forma dell‘infuso, utilizzando fiori e foglie secche. Vediamo come prepararlo:

  1. a una tazza di acqua bollente aggiungere 1 cucchiaio di fiori e foglie di malva secche;
  2. lasciare in infusione 15 minuti (in modo che la malva possa rilasciare i suoi principi attivi);
  3. filtrare l’infuso e berlo prima di coricarsi: il sapore è leggermente dolce, molto gradevole senza aggiungere dolcificante.

Il tarassaco:  il fegato lavora al meglio

Per combattere la stipsi conseguente alla colite si può trovare un aiuto anche nel tarassaco: questa erba infatti contribuisce al buon funzionamento del fegato e stimola la produzione di bile, importante per una buona peristalsi intestinale.

Il miglior modo di utilizzare il tarassaco è nella forma di infuso, molto semplice da preparare:

  1. In una tazza di acqua bollente vanno aggiunti 2 cucchiai di radice di tarassaco essiccata;
  2. Il tempo di infusione è di almeno 15 minuti;
  3. La tisana va poi filtrata: sono necessarie due tazze di tisana al giorno, alla mattina e alla sera;
  4. Il sapore della tisana è leggermente amarognolo, per cui può essere una buona idea dolcificarla con un cucchiaio di miele.

Le erbe carminative: sgonfiare ed eliminare i crampi

In sinergia con la malva e il tarassaco per combattere colite e stipsi si possono usare le erbe carminative, che sono in grado di ridurre la formazione di gas intestinale e favorirne l’eliminazione.

Finocchio, cumino e menta piperita: grazie a infusi e tisane è possibile dimuinire il fastidioso senso di gonfiore e i dolori che spesso accompagnano la stipsi.

Vuoi conoscere i metodi naturali più efficaci per combattere i disturbi più diffusi?

Segui la nostra pagina Facebook, sempre aggiornata con le novità in materia di depurazione e rimedi naturali.

Lascia il tuo commento qui sotto:

2 Comments

  1. luana febbraio 3, 2014
    • Irene Ferri febbraio 4, 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...