depurarsi-in-modo-naturale

Garam Masala ricetta originale

Il Garam Masala è una combinazione di spezie tipiche della cucina indiana e pakistana, il cui nome può essere tradotto come “spezia calda, bollente”, pure come “piccante” anche se non è veramente piccante, ma piuttosto pungente.

La particolarità del Garam Masala è che si usa dopo la cottura, per non far disperdere il suo aroma, anche se alcuni lo usano pure durante la cottura, ma non è raccomandabile.

Il Garam Masala è alla base di due ricette tipiche dell’India, il Masala Chai (il tradizionale tè indiano) e il Tikka Masala (il tipico pollo al curry indiano, ma che noi possiamo convertire in una ricetta vegetariana usando ad es. il muscolo di grano). Nella cucina italiana vegetariana, invece, possiamo usarlo per dare un tocco in più alle nostre pietanze, pure su verdure stufate, carne vegetale e piatti di pasta.

Il Garam Masala ha pure delle ottime proprietà: aumenta l’appetibilità dei cibi, stima i succhi gastrici e gli enzimi digestivi, svolge un’attività antinfiammatoria sull’intestino e sul fegato, è antiossidante, antitumorale e inoltre la curcuma (una delle spezie usate in questo mix) protegge dal rischio di malattie degenerative dei neuroni (come Alzheimer e Parkinson). Fra l’altro è ricco di sali minerali, contiene le vitamine del gruppo B e vitamine PP e C. L’utilizzo del Garam Masala ci permette di fare una dieta vegetariana dimagrante.

Garam Masala

Garam Masala

Ma ora scopriamo come si fa il Garam Masala, di cui vi darò la ricetta originale, in quanto ci sono molte varianti.

Ingredienti per il Garam Masala:

  • 2 cucchiai di semi di cumino
  • 2 cucchiai di semi di coriandolo
  • 2 cucchiai di semi di cardamomo
  • 2 cucchiai di pepe nero in grani
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano
  • ½ cucchiaino di cannella macinata
  • 1 cucchiaino di noce moscata grattugiata
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere

Ricetta originale del Garam Masala:

  1. Bisogna tostare tutte le spezie assieme per 2-3 minuti in una padella antiaderente.
  2. Far raffreddare le spezie.
  3. Poi bisogna polverizzare tutte le spezie, o nel macinacaffè o con un mortaio.
  4. Conservare in un vasetto ermetico per 3-4 mesi (dopo questo periodo la miscela potrebbe perdere sapore)

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *