depurarsi-in-modo-naturale

Erbe depurative per l’intestino: scopriamo come digerire (e sentirci) meglio

Spesso i problemi intestinali (come la cattiva digestione oppure tutti quei sintomi legati al colon irritabile) ci affliggono anche per lunghi periodi di tempo.

A volte arriviamo anche ad “abituarci” a questo tipo di disturbi e smettiamo di cercare la causa e le le possibili soluzioni: niente di più sbagliato, visto che i problemi dell’apparato digerente sono in grado di influenzare in negativo la qualità della nostra vita.

Sappiamo già che l’alimentazione gioca un ruolo molto importante nella prevenzione di questo tipo di problemi: seguire una dieta depurativa, ricchi di cibi freschi e privi di conservanti industriali è il primo passo per il benessere del nostro apparato digerente (e del nostro organismo in generale).

L’importanza di eliminare le tossine

Una dieta depurativa è importante soprattutto perchè ci aiuta a eliminare l’eccesso di tossine che si può formare a livello intestinale e dare origine a molti dei disturbi di cui spesso soffriamo (in particolare la digestione difficile e lenta).

Eliminare le tossine in eccesso che troppo spesso assumiamo alimentandoci in modo sbagliato porterà a degli effetti tangibili sulla nostra salute a livello intestinale

Ricordiamoci perciò di partire dalla tavola favorire la buona funzionalità dell’apparato digerente: ma se questo non basta la natura può venire in nostro aiuto, con tutta una serie di erbe depurative per l’intestino che ci aiuteranno a sentirci meglio.

Scopri i rimedi per combattere la digestione lenta

Erbe depurative per l’intestino: eliminamo le tossine dolcemente

Vediamo insieme quali sono le erbe che possono aiutare il nostro intestino a lavorare meglio.

erbe depurative per l'intestino

Tarassaco

Il tarassaco è un‘erba amara molto utile nella preparazione di infusi depurativi: infatti è attiva nei confronti del fegato e della cistifellia (fluidifica la bile più densa ed è in grado di prevenire la sabbia che si forma a livello di cistifellia) e favorisce la peristalsi dell’intestino, oltre a rendere più veloci i processi di digestione.

Infatti il tarassaco agisce a livello del pancreas grazie alla colecistochinina, che ha un’azione in grado di aumentare la secrezione dei succhi pancreatici, che concorrono a migliorare il processo di digestione.

Inoltre il tarassaco (che deriva dal greco Tarasso, cioè “curare”) è ricco di potassio, un minerale di assoluta importanza per il buon funzionamento della muscolatura liscia del nostro intestino: grazie al tarassaco questa muscolatura funziona meglio, perciò la motilità intestinale aumenta e di conseguenza siamo in grado di combattere i problemi digestivi (e non solo, pensiamo alla stipsi).

Un’integrazione di tarassaco (per esempio attraverso una tisana, anche se è possibile utilizzare questa pianta in insalata, a patto di apprezzare il suo gusto amaro, in modo da sfruttare anche il contenuto in fibre) può aiutarci a depurare il nostri intestino in modo più efficace dall’eccesso di tossine accumulate.

Bardana

Questa erba forse è conosciuta soprattutto per l’azione purificante che in grado di esplicare a carico della pelle (infatti viene indicata in caso di acne o di altri problemi che comportano infezioni a livello cutaneo), ma può essere utile anche per depurare l’intestino.

Infatti la bardana agisce a livello della mucosa intestinale: il continuo consumo di cibi ricchi di additivi chimici crea un aumento di tossine a livello intestinale che a lungo andare possono arrivare anche a creare dei danni a livello di mucosa (con i conseguenti problemi di malassorbimento e di infiammazione).

La bardana favorisce il processo di depurazione e allo stesso tempo ha un effetto lenitivo sulla mucosa, combattendone il processo di esfoliazione che si può ingenerare con l’accumulo di tossine.

Ortica

L’ortica è un’altra erba amara: utilizzata anche come ingrediente nella cucina regionale (come ripieno per torte salate oppure ravioli) è molto efficace nell’azione di depurazione dell’intestino.

Inoltre l’ortica funge da stimolante sia per la digestione che per la diuresi (favorendo anche in questo modo l’eliminazione delle tossine) e ha un’ottima funzione energizzante, in grado di darci tono quando ci sentiamo un po’ giù: vale la pena di provarla, magari mescolata ad altre erbe per attenuarne il sapore amaro, nelle tisane che utilizziamo per depurarci.

Rosmarino

Probabilmente lo conosciamo più come un aroma con cui condire i nostri piatti, ma il rosmarino ha preziose caratteristiche depurative che sono molto utile per il nostro intestino: infatti è un antinfiammatorio che agisce a livello generale sul nostro organismo e inoltre  è un stomachico, favorisce cioè la motilità gastrica, rendendo più veloce la digestione e aiutando a eliminare in modo più rapido le tossine dall’apparato digerente.

Hai visto come le erbe depurative per l’intestino a nostra disposizione sono davvero molte e fra loro possiamo sicuramente trovare quelle che ci possono aiutare a combattere i nostri distrubi e a farci sentire meglio, eliminando l’eccesso di tossine dal nostro organismo: ridorda di iscriverti alla nostra newsletter per non perdere nessuna novità nel campo della depurazione e dei rimedi naturali.

Hai mai inserito queste erbe nell’ambito di un processo di depurazione? E vuoi dirci quali risultati hai ottenuto?

 

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *