Farmaci per il reflusso: come agiscono gli antiacidi

Acidità di stomaco, bruciore, dolore alla bocca dello stomaco, tosse difficile la cui origine è da spiegare: tutto questo e molto altro è il reflusso gastrico. Se hai a che fare con questo disturbo, quasi certamente vivi un disagio forte e sai cosa significa, per esempio, fare fatica a dormire per via della risalita del materiale acido.

Per combattere il reflusso gastroesofageo esistono diversi rimedi. Come ben sai, alcuni di questi sono farmaci per il reflusso.

Conoscerli è importante per diversi motivi. Uno di questi riguarda la loro differenza. Stare attenti ai farmaci che si assumono, sarai d’accordo, è fondamentale.

Farmaci per il reflusso
Farmaci per il reflusso

Ecco perché abbiamo creato una guida per aiutarti a capire di più, integrando quelle informazioni che il medico ti avrà senza dubbio dato, ma che possono essere approfondite ampliando un po’ lo sguardo e analizzando le caratteristiche di diversi farmaci per il reflusso. Ti segnaleremo inoltre un semplice trucco per risparmiare.

Antiacidi classici: come funzionano di preciso?

Nell’ambito dei farmaci per il reflusso, è possibile ricordare gli antiacidi classici. Per capirci meglio, si tratta degli idrossidi e dei sali di sodio, ma anche della Citrosodina e del Maalox. Queste soluzioni, conosciute anche da chi non soffre di reflusso, hanno un obiettivo specifico: contenere l’acidità gastrica.

Perché sono così popolari? Per il semplice fatto che, in caso di bisogno, possono essere assunti senza particolari problemi subito dopo i pasti. La loro azione è molto rapida, ma non è né duratura, né preventiva. Ecco perché vanno utilizzato solo occasionalmente e mai per più giorni.

Gli effetti collaterali sono minimi. Nonostante questo, però, alcune persone dovrebbero evitare di assumere questi farmaci per il reflusso, soprattutto in caso di problemi cardiaci o renali. Se si assumono altri farmaci, è necessario prendere il medicinale per il reflusso dopo un paio d’ore dalla prima assunzione.

  Gaviscon vari prezzi in offerta Qui in offerta
  Maalox Plus   euro 12,10  Qui in offerta
 

Esi DigestivAid No acid

  euro 9,45  Qui in offerta
   Citrosodina   euro 8,50  Qui in offerta

 

Alginato associato ad antiacidi e integratori

Quando si parla di farmaci per il reflusso, è necessario citare anche i rimedi a base di alginato. Queste soluzioni sono molto più utili rispetto ai classici antiacidi. Nello specifico, è il caso di citare l’efficacia dell’acido alginico. Questo polisaccaride, che deriva da alcune tipologie di alghe, non appena entra nello stomaco agisce formando un gel viscoso.

Il suo ruolo è molto importante. Riesce infatti a impedire la risalita del contenuto gastrico. I sali, invece, neutralizzano l’acidità.

Gaviscon

gaviscon
gaviscon

I farmaci di questo tipo possono essere sia acquistabili solo previa presentazione della ricetta (un esempio celebre sono il Gaviscon bruciore ed indigestione e il  Gaviscon Advance), sia farmaci da banco. Da ricordare, inoltre, è l’esistenza di integratori alimentari a base di alginati.

Queste soluzioni sono particolarmente vantaggiose perché totalmente prive di effetti collaterali e d’interazione con altri farmaci. In generale, sia i farmaci a base di alginato, sia gli integratori, devono esere utilizzati per episodi di reflusso lievi.

Anti-secretori o inibitori di pompa protonica

Senza dubbio hai già sentito nominare questi farmaci, soprattutto con il nome di inibitori di pompa protonica. Si tratta infatti di medicinali molto efficaci, che agiscono a monte. Tengono infatti sotto controllo la produzione di acido da parte dello stomaco.

Nella maggior parte dei casi, vengono prescritti per il trattamento dell’esofagite da reflusso o delle ulcere gastroduodenali. Tra i nomi più conosciuti, ricordiamo il Lucen, l’Esopral e il Buscopan Reflusso.

Nomi dei farmaci: ecco cosa sapere

Quando si parla di farmaci per il reflusso gastrico, è necessario ricordare che, dietro a nomi molto simili, possono esserci medicinali diversi.

Maalox e Maalox Plus

Giusto per citare un esempio, chiamiamo in causa il famosissimo Maalox, un antiacido classico caratterizzato dalla presenza, tra gli ingredienti, di idrossido di magnesio e alluminio.

Il Maalox Plus, invece, prevede l’aggiunta del dimeticone a questa formulazione. In questo modo, il farmaco agisce anche contro la flatulenza e il gonfiore addominale. Diverso ancora è il Maalox Reflusso, che contiene il Pantoprazolo, ossia un inibitore di pompa protonica. Il Maalox refluRAPID e il Maalox Evoluzione Natura, invece, non sono farmaci.

—>> Leggi l’articolo che parla dell’uso del Maalox in gravidanza

Anche se il nome può ingannare e far pensare che si tratti di farmaci come tutti gli altri, ricordiamo che si tratta di dispositivi medici. In entrambi i casi, tra i componenti è possibile trovare alginato di sodio e antiacidi classici.

Nel caso di Evoluzione Natura, sono presenti anche semi di tamarindo che, secondo i produttori, contribuiscono alla creazione di un polimero con proprietà adesive e in grado di proteggere la mucosa dello stomaco.

Come risparmiare

Una stranezza evidente riguardante i farmaci contro il reflusso riguarda il fatto che, in commercio, si possono trovare medicinali con il medesimo principio attivo disponibili sia come farmaco da prescrizione, sia come soluzione da automedicazione.

Un trucco utile per risparmiare consiste nel puntare su quelli acquistabili tramite ricetta, che costano circa 4/5 euro in meno. In questo modo, si riesce a risparmiare qualcosa e ad avere una consulenza mirata del medico curante sui farmaci migliori da utilizzare.

About Beatrice Verga

Appassionata ed esperta di di salute, tisane, dieta detox e rimedi naturali. Scrive da 2 anni per Depurarsi.com. Amante dei libri e della scrittura, buona lettura.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *