depurarsi-in-modo-naturale

Intossicazione alimentare sintomi, cause e rimedi naturali

Un’intossicazione alimentare si accompagna spesso a sintomi fastidiosi: dalla natura arriva un aiuto per curarli in modo naturale

Basta poco: un alimento conservato o cucinato nel modo non corretto e cominciano i primi fastidiosi disturbi: nausea, vomito, diarrea. Non c’è dubbio si tratta di un’intossicazione alimentare e i sintomi non mentono.

Nella maggior parte dei casi l’intossicazione alimentare e i sintomi che normalmente l’accompagnano si risolvono nel giro di pochi giorni, senza la necessità di un intervento medico: ma esistono una serie di rimedi naturali in grado di alleviare questa situazione di disagio e rendere più veloce il processo di guarigione e il ritorno in piena forma.

intossicazione alimentare sintomi

Intossicazione alimentare sintomi e rimedi

Importante: nel caso di soggetti a rischio (anziani, bambini o donne in stato di gravidanza) o nel caso i sintomi dell’intossicazione alimentare siano particolarmente gravi e si protraggano oltre due o tre giorni è sempre necessario fare riferimento al proprio medico.

Prima regola: idratare per reintegrare

I sintomi che accompagnano l’intossicazione alimentare, soprattutto vomito e diarrea, comportano una elevata perdita di liquidi: è necessario reintegrare i liquidi persi, assumendo acqua, tisane detox e the leggeri.

Da evitare alcolici e caffè, che provocano un ulteriore stato di disidratazione.

Un buon modo per reintegrare acqua e sali minerali è bere dei succhi di verdure da preparare al momento con un buon estrattore a freddo, come Estraggo Pro. Evitando la parte solida tutti i micro-nutrienti sono assorbito in pochissimi minuti.

Diminuire l’infiammazione: dieta per disintossicare

Un’intossicazione alimentare induce un’infiammazione di tutto l’apparato digerente: di conseguenza è necessaria un regime alimentare che non affatichi ulteriormente il nostro organismo.

Una dieta depurativa, basata su cibi freschi e salutari, può aiutare il corpo nel naturale processo di eliminazione delle tossine prodotte dallo stato di intossicazione alimentare.

Intossicazione alimentare: i sintomi e le erbe per combatterli

Oltre all‘idratazione e alla dieta depurativa, esistono alcuni prodotti naturali in grado di combattere in modo semplice ed efficace i sintomi più comuni (e fastidiosi) dell’intossicazione alimentare.

Utilizzati come tisane e infusi, nello stesso tempo combattono i sintomi dell’apparato digerente e aiutano a idratare l’organismo, in modo semplice e naturale.

  • Nausea e Vomito sono i primi sintomi a comparire e sono molto debilitanti e fastidiosi: in questo caso un buon aiuto ci può venire dallo zenzero le cui radici sono utilizzate sotto forma di tisana per dare sollievo ai problemi digestivi;
  • Crampi addominali sono spesso causati dalla presenza di un eccesso di gas nell’apparato digerente: una tisana al finocchio è in grado di assorbire il gas in eccesso e ha un effetto antispastico, portando a una diminuzione del dolore.
  • Diarrea, probabilmente il sintomo più fastidioso in assoluto, che limita di molto la qualità della vita giornaliera: grazie al mirtillo e alle sue proprietà astringenti, è possibile combatterla in modo dolce ed efficace.
    –>> Leggi ora l’articolo sul MIRTILLO ROSSO

Intossicazione alimentazione rimedi naturali

L’intossicazione alimentare come abbiamo visto è un fenomeno patologico che si verifica con l’ingestione di cibi contaminati da microrganismi patogeni quali lo stafilococco, l’Escherichia coli, la tossina botulinica, la salmonella, etc.

Tra i motivi più comuni per cui un alimento può sviluppare un batterio, un fungo o un virus, vi sono: deterioramento, conservazione non corretta, cottura inappropriata.

L’intossicazione alimentare provoca l’infiammazione di tutto l’apparato digerente e si manifesta con nausea, vomito, diarrea, dolore addominale e talvolta febbre (sviluppata dall’organismo a causa dell’infezione), che subentrano tra le 2 e le 6 ore successive all’ingestione del cibo infetto.

Normalmente i disturbi da infezione alimentare si protraggono per alcuni giorni e svaniscono senza alcun intervento medico o farmacologico. In alcuni casi, tuttavia, si manifestano in maniera particolarmente aggressiva e debilitante fino a provocare effetti preoccupanti, come la forte disidratazione. Per favorire la guarigione dall’intossicazione alimentare è opportuno osservare alcuni accorgimenti, come quello di evitare cibi che favoriscano la diarrea e stimolino la nausea.

Come alleviare sintomi e dolori

Esistono inoltre efficaci rimedi naturali che possono aiutare ad alleviare i dolori e gli effetti dell’intossicazione alimentare. Vediamo quali sono.

Intossicazione alimentazione rimedi naturali

Intossicazione alimentazione rimedi naturali

La prima cosa da fare in caso di infezione alimentare è provvedere al reintegro dei liquidi persi attraverso il vomito e la diarrea, bevendo moderatamente e ad intervalli regolari, eventualmente aggiungendo all’acqua un po’ di sale da cucina, preferibilmente integrale, per reintegrare i sali minerali e succo di limone per le sue proprietà disinfettanti.

Nelle prime ore che seguono un’intossicazione alimentare è consigliabile osservare il digiuno, mentre successivamente è fondamentale seguire una dieta disintossicante in grado di depurare l’apparato digerente.
Evitare caffè, sigarette e alcolici e, almeno per il primo giorno, i cibi solidi per evitare di affaticare ulteriormente l’apparato digerente.

Si possono invece assumere erbe e spezie dalle proprietà antispastiche, astringenti e disinfettanti. Lo zenzero, ad esempio, possiede ottime proprietà digestive ed è in grado di contenere la nausea e il vomito. Contro i dolori addominali può essere utile una tisana al finocchio (GUARDA QUI), che aiuta ad assorbire i gas in eccesso e ad alleviare gli spasmi allo stomaco.

Il mirtillo è invece dotato di proprietà astringenti e può essere assunto intero o essiccato come infuso.

Tisana al mirtillo: aggiungere 4 cucchiai di bacche essiccate in un litro d’acqua, fare bollire per 5 minuti, fare riposare per altri 5 minuti, filtrare e consumarne due tazze al giorno lontano dai pasti.

Gradualmente possono essere introdotti cibi freschi e depurativi: verdure, frutta (soprattutto banane, ricche di potassio), brodo, riso in bianco, fette biscottate, olio extravergine di oliva, etc.

A seguito di un’infezione alimentare, a causa della diarrea e del vomito, si verifica una significativa perdita di sodio, potassio e glucosio. Ecco una bevanda particolarmente idratante da bere per ripristinare l’equilbrio dei nutrienti nell’organismo: succo di frutta fresca frullata tra cui banane (ricche di potassio), mezzo cucchiaio di zucchero (per reintegrare il glucosio), un pizzico di sale integrale (ricco di sali minerali). Può inoltre essere utile assumere fermenti lattici e probiotici per ripristinare la flora batterica intestinale, e assumere soluzioni contenenti elettroliti per recuperare i nutrienti persi.

L’intossicazione alimentare può essere molto debilitante e richiede un periodo di riposo e recupero delle forze che non può essere trascurato. A questo scopo è opportuno concedersi tutte le ore di sonno di cui il corpo necessita, senza impostare la sveglia. Se, trascorsi alcuni giorni dall’intossicazione alimentare, i sintomi dell’infezione alimentare persistono, è opportuno consultare il proprio medico.

Per prevenire le intossicazioni alimentari, lavare sempre le mani prima di toccare il cibo, evitare alimenti crudi, non lasciare i cibi a lungo fuori dal frigorifero.

Lascia il tuo commento qui sotto:

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *