depurarsi-in-modo-naturale

Alimenti che contengono nichel: cosa sapere?

Informarsi sugli alimenti che contengono Nichel è fondamentale se si soffre di allergia o intolleranza a questo metallo. Il nichel – che svolge funzioni biologiche legate al mantenimento del metabolismo ormonale e alla salvaguardia dell’integrità delle membrane cellulari – è un metallo insidioso, che rappresenta un vero e proprio incubo per le tantissime persone di ogni età e sesso che manifestando reazioni allergiche quando lo assumono o in caso di semplice e spesso casuale contatto (il nichel si trova anche nei gioielli in alcuni device tecnologici).

L’allergia al nichel è una condizione non fatale – chi non ne soffre necessita di un apporto di questo metallo pari a 25/35μg giornalieri – ma in grado comunque di compromettere la qualità della vita per via dei sintomi a livello gastrointestinale e per gli sfoghi di natura dermica. Per evitare queste situazioni, che possono comunque essere fastidiose, è necessario adeguare il proprio stile di vita concentrandosi su un piano alimentare ad hoc.

Per questo è fondamentale conoscere gli alimenti con nichel. Ecco quindi una guida sintetica in merito, che è stata divisa in paragrafi per aiutarti a trovare l’argomento che più ti interessa.

Sommario:

 

Dieta senza nichel: i passi preliminari

alimenti che contengono nichel

Conoscere gli alimenti che contengono nichel è importante, ma non è sufficiente per una dieta senza nichel efficace. Siccome il nichel come solfato è contenuto in tantissimi cibi, prima di intraprendere quotidianamente la dieta è fondamentale contattare sia il proprio medico curante, sia un nutrizionista, così da organizzare un piano alimentare completo di tutti i principi nutritivi.

Quando si parla di allergia al nichel ogni caso fa storia a sé e per questo è essenziale un parere medico, il punto di riferimento migliore per evitare problemi a livello fisico e ulteriori compromissioni della qualità della vita quotidiana.

Alimenti che contengono nichel: un elenco iniziale

Dopo queste indicazioni preliminari – che sono fondamentali per fare in modo che il processo di disintossicazione sia efficace – si può cominciare ad approfondire la questione degli alimenti con nichel.

Alimenti con nichel

Alimenti con nichel

Prima di entrare nel vivo di questo tema è bene specificare che il nichel può essere presente negli alimenti come elemento costituente biologico e come inquinante (approfondiremo questo aspetto nelle prossime righe).

A questo punto è arrivato il momento di stilare un elenco iniziale degli alimenti contenenti nichel.

 

Frutta

  • Uva passa
  • Pere
  • Frutta essiccata (contiene nichel per via dei trattamenti industriali a cui è sottoposta)
  • Kiwi

Verdure

  • Pomodori (sono tra i cibi che contengono la maggior quantità di nichel)
  • Asparagi
  • Cavoli
  • Carote
  • Cavolfiore
  • Patate

Pesce

  • Frutti di mare
  • Ostriche
  • Salmone
  • Gamberi
  • Cozze

Dieta senza nichel: gli alimenti da evitare assolutamente

Dieta senza nichel

Dieta senza nichel

Chi soffre di allergia e intolleranza al nichel deve stare attento ogni giorno a quello che mangia (per sicurezza è possibile portare sempre dietro della zeolite attivata – una soluzione disintossicante molto valida – sotto forma di barrette o di polvere).

In ogni caso è bene ricordare che esistono degli alimenti che contengono nichel che devono essere eliminati totalmente da una dieta da esclusione, in quanto determinano un considerevole apporto del suddetto metallo.

  • Cacao e derivati (il cacao, esattamente come i pomodori, è uno degli alimenti più ricchi di nichel).
  • Cereali integrali
  • Noci
  • Nocciole
  • Legumi
  • Cetrioli
  • Cicoria
  • Sedano
  • Rabarbaro
  • Cipolle
  • Liquirizia
  • Noci di Macadamia

Come è chiaro questo elenco comprende i legumi, il che può rendere problematica l’alimentazione di chi soffre di allergia al nichel, soprattutto per via dell’apporto proteico. In questi casi, in particolare se si conduce una dieta vegana o vegetariana, è ancora più importante il contatto con il nutrizionista, che può eventualmente prescrivere degli integratori proteici.

 

Alimenti che contengono nichel: attenzione alle bevande

Chi soffre di allergia e intolleranza al nichel, come già ricordato, deve fare attenzione quotidianamente a quello che mangia ma anche a quello che beve. La dieta da esclusione riguarda anche l’eliminazione delle bevande e non solo degli alimenti che contengono nichel.

Tra le bevande che dovrebbero essere eliminate da chi soffre di allergia al nichel possiamo ricordare:

La necessità di evitare le birre in lattina in caso di allergia al nichel porta ad approfondire un aspetto molto importante, ossia la questione dei cibi e delle bevande in scatola, che possono influire in maniera pesante sui sintomi di chi soffre di questo problema.

Cibi in scatola: perché è bene evitarli in caso di allergia al nichel

Parlare di alimenti che contengono nichel significa chiamare in causa la questione dei cibi in scatola. Perché è bene evitarli? Per il semplice fatto che i contenitori nei quali sono conservati contengono nichel (un esempio molto efficace al proposito è il tonno in scatola).

Generalmente viene consigliato a chi soffre di allergia al nichel di scegliere prodotti freschi e sfusi, evitando l’assunzione di quelli in scatola soprattutto se sono conservati da diverso tempo (il che significa che può essere stata rilasciata un’alta quantità di nichel).

Dieta disintossicante senza nichel: consigli comportamentali

Quando si soffre di allergia o d’intolleranza al nichel non basta avere le idee chiare sugli alimenti che contengono nichel. Soffrire di allergia al nichel significa dover seguire specifiche regole di comportamento, che vanno dalla necessità di usare pentole smaltate, oppure in vetro, alluminio e vetroceramica (esistono diversi brand che hanno fatto della produzione di pentole e suppellettili da cucina senza nichel un vero e proprio business).

Un altro consiglio pratico tanto semplice quanto utile consiste nell‘evitare il contatto con le parti metalliche degli indumenti, come per esempio i bottoni dei jeans e le cerniere. Gli accorgimenti utili che non riguardano unicamente la dieta senza nichel – a tal proposito quando si fa la spesa è fondamentale leggere bene le etichette – ma, come è chiaro da queste righe, anche altri aspetti della vita quotidiana, come per esempio il fatto di lasciar scorrere l’acqua del rubinetto prima di berla la mattina, dal momento che durante le ore notturne spesso si accumula nichel sui tubi.

Ultimi ma non meno rilevanti consigli per gli allergici e gli intolleranti al nichel sono l’eliminazione delle sigarette – caldamente consigliata al di là dell’allergia – e il contatto con le monete limitato allo stretto necessario.

 

Conclusioni

Hai appena finito di leggere una guida veloce sugli alimenti che contengono nichel. Se hai appena scoperto di soffrire d’intolleranza o allergia a questo metallo queste informazioni sono fondamentali per la tua salute e possono contribuire a migliora notevolmente la qualità della vita.

Aggiungeresti altri cibi? Hai esperienza particolari con la dieta senza nichel e ti piacerebbe condividerle con gli altri lettori del blog (in questi casi la condivisione è davvero oro)? Lascia ora la tua opinione nei commenti qui sotto!

Lascia il tuo commento qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

... ...